Politica

Tafferugli a Bologna, Salvini provocatore? "No controllo come sono spesi i soldi pubblici"

Il segreario leghista torna a parlare degli scontri di sabato, ospite a "La telefonata" di Belpietro, in onda su Canale 5: "Non cerco voti sui rom, mi secca che il denaro pubblico venga dato a gente che risponde con gli schiaffi"

"Noi stavamo aspettando la Polizia", ma sono stati "piu'' veloci quei ragazzi, tre dei quali sono già' stati identificati e denunciati, ma erano gia'' stati denunciasti in passato". Quindi, "io non me la prendo con i poliziotti, poveretti, che a volte si prendono pugni, calci e sputi e poi si vedono questi ragazzotti di nuovo in strada. Sicuramente non me la prendo con i ragazzi delle forze dell''ordine. Qualcuno in alto ha sbagliato, se questo qualcuno è il ministro Alfano che usa le navi della marina militare per portare gli scafisti in Italia, non è che mi posso aspettare molto". Lo dice Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, ospite a ''La telefonata'' di Belpietro, in onda su Canale 5, che oggi è stato contestato dai manifestanti davanti allo stabile che ospita una trentina di bengalesi a Imola.

Dopo l'intervento di ieri in diretta a "Pomeriggio 5", il programma condotto da Barbara D'Urso, Matteo Salvini torna a parlare degli scontri di sabato, quando aveva tentato di visitare il campo nomadi di via Erbosa: "Mi domando: se per caso ad essere schiaffeggiata fosse stata una consigliera comunale di sinistra o a essere distrutta fosse stata l'auto di Matteo Renzi? Quale reazione ci sarebbe stata? Quale pandemonio e interrogazioni parlamentari? Quali speciali sulle tv di tutto il mondo? Se invece a prendere schiaffi è una leghista o a essere distrutta e l''auto di un leghista per qualcuno quasi ci sta, questo è preoccupante" - continua - io faccio il mio lavoro che è quello di controllare come sono spesi i soldi pubblici - risponde a chi lo accusa di essere un provocatore - perchè a Bologna, e in tutta Italia, sono pagati dai cittadini italiani. Quel campo sinti ha, in libera e gentile offerta, tutte le bollette della luce e dell''acqua pagate, l'anno scorso per un importo di 130.000 euro. Quindi io voglio capire perchè il Comune di Bologna a quei sinti paga le bollette della luce mentre ai bolognesi e agli italiani in difficoltà mette due dita negli occhi". (GUARDA IL VIDEO)

IN CERCA DI VOTI? "Non cerco voti sui rom - aggiunge Salvini -, mi secca che il denaro pubblico venga dato a gente che risponde con gli schiaffi". Razzismo? "Quella è Italia quella è Bologna, quella è Emilia e quelli sono soldi pubblici. Io penso che sia razzista e non sia giusto che ci siano dei terremotati o alluvionati emiliani che dopo due anni vivono ancora in roulotte e che ci siano degli immigrati a cui paghiamo l''albergo e i rom a cui paghiamo le bollette. Questo è razzismo nei confronti degli italiani".

"Aggressione a Bologna, la sede della Lega di Trento attaccata, una stella a cinque punte con minacce sulla sede della Lega di Parma. Un bruttissimo clima. O tutti, senza se e senza ma, condannano e rifiutano qualsiasi tipo di violenza, oppure io mi fermo. Punto". Scrive su Facebook. (agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tafferugli a Bologna, Salvini provocatore? "No controllo come sono spesi i soldi pubblici"

BolognaToday è in caricamento