Sardine, il 19 gennaio di nuovo in città: "Sarà uno spettacolo unico"

"Un grande evento destinato a rimanere nella storia, dedicato all’Emilia Romagna". Lanciata una raccolta fondi

"Un grande evento destinato a rimanere nella storia, dedicato all’Emilia Romagna, alla sua cultura e al suo saper coniugare benessere e solidarietà, dialogo e ascolto". E' l'annuncio delle "sardine" bolognesi che torneranno in Piazza Maggiore: "Sarà ancora una volta la nostra casa e il bello dello stare insieme vincerà sul sentirsi soli" e annunciano "uno spettacolo unico che farà bene agli occhi e alle orecchie, alle menti e alle coscienze". Quindi, fano sapere "sarà una grande festa regionale della democrazia, dell’arte, della musica e del pensiero. Parole, suoni e linguaggi renderanno percepibile la Bellezza. Un altro momento destinato a rimanere nella memoria collettiva".

Sono tanti artisti con i quali sono già in contatto e che stanno dando la loro disponibilità, a titolo gratuito: "Nei prossimi giorni li annunceremo, poco alla volta".

Crowdfunding

Le Sardine hanno lanciato una raccolta fondi: "Dobbiamo raccogliere 50.000 euro che ci serviranno per allestire il palco, garantire un impianto audio e luci professionale che renderà l'evento indimenticabile, gestire la sicurezza dell'evento, ripulire la piazza, documentare tutto l'evento con registrazioni audio e video e coprire le spese accessorie". 

L'associazione 6000 sardine E.T.S. ha scelto la piattaforma GINGER perché radicata sul territorio Emiliano-Romagnolo. GINGER è fatta di persone, è anche una realtà associativa senza scopi di lucro e per questo ci è piaciuta: perché è trasparente. 

È possibile donare un importo a scelta: "L’Associazione rendiconterà la spesa di ogni euro raccolto per l’organizzazione dell’evento e renderà tutti i conti pubblici. Per la raccolta fondi è stato creato un conto corrente "ad hoc" presso una filiale bolognese di Emilbanca, distinto dal conto principale della neonata associazione. In questo modo sarà più semplice e trasparente rendicontare ogni singolo centesimo.
Continuando a considerare la gratuità e la partecipazione come valori fondanti, l'Associazione 6000 sardine E.T.S. si auspica di ricevere tantissime donazioni, ma tutte di importi modesti. Per questo vi chiediamo di non erogare singolarmente importi superiori a 500 euro, in quanto non linea con lo spirito dell’Associazione" e aggiungono "qualora il denaro ricevuto superasse in maniera significativa l’obiettivo prefissato, l’eccedenza verrà utilizzata per finanziare progetti futuri dell’associazione o devoluto in beneficenza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Coronavirus Emilia-Romagna: +2723 contagi, 47 morti (25 a Bologna)

Torna su
BolognaToday è in caricamento