rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022

Schlein sul palco a Roma: "No al rinnovo accordo con la Libia, no a migranti di serie B" | VIDEO

Appena eletta alla Camera e già sul palco per la manifestazione per la revoca del cosiddetto "Memorandum"

Eletta da meno di un mese alla Camera e già "ribelle" Elly Schlein che ieri a Roma è salita sul palco nel corso di una manifestazione indetta da cittadini e 40 associazioni. 

"Quando è scoppiata la guerra in Ucraina si è attivata la direttiva sulla protezione umanitaria che era sempre stata bloccata e io sono felice, ma mi vergogno che non sia stato fatto 6 mesi prima per chi scappava dall'Afghanistan e che non sia fatta sulla Libia, non ci sono migranti di serie A e di serie B" quindi la stoccata al nuovo Governo : "Ieri mentre qualcuno raccontava che non toccherà i diritti di nessuno, il nuovo ministro dell'interno (Matteo Piantedosi, ex prefetto di Bologna - ndr) stava già cominciando a mandare diffide alle navi che stanno salvando vite in mare al posto delle istituzioni". 

La mobilitazione contesta il rinnovo degli accordi con la Libia, il cosiddetto "Memorandum", sottoscritto dal Governo guidato dal dem Paolo Gentiloni e quando il ministro dell'Interno era Marco Minniti. Salvo revoche, entro il 2 novembre, resterà attivo per altri tre anni. 

Come spiegano durante la manifestazione, le “conseguenze del Memorandum sulle persone trattenute in Libia sono abusi, sfruttamento, detenzione arbitraria e torture”. “E il timore è che sia sempre peggio - dice il portavoce di Amnesty international Italia, Riccardo Noury -, la società civile si sente a disagio ad essere complice di tutto questo, vorremo che lo fossero anche le nostre istituzioni”.

Memorandum di intesa tra Italia e Libia: cos'è

Il 2 febbraio 2017 il Presidente del Consiglio dei Ministri italiano Paolo Gentiloni e il Capo Governo di Riconciliazione nazionale dello Stato della Libia, riconosciuto dall’Unione europea e dall’Italia, Fayez Mustapa Serraj hanno sottoscritto un Memorandum “Memorandum d’intesa sulla cooperazione nel campo dello sviluppo, del contrasto all’immigrazione illegale, al traffico degli esseri umani, al contrabbando e sul rafforzamento della sicurezza delle frontiere tra lo Stato della Libia e la Repubblica Italiana”.

E' durato tre anni ed è stato rinnovato nel 2020 e impegna le parti al controllo dei confini terrestri della Libia, quindi alla predisposizione di campi di accoglienza temporanei in Libia. 

 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Schlein sul palco a Roma: "No al rinnovo accordo con la Libia, no a migranti di serie B" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento