Martedì, 15 Giugno 2021
Politica Navile / Via Francesco Albani

Manifesto pro-sicurezza Lega: "Riaprire le case chiuse, più vigili, guerra agli abusivi"

Un decalogo perchè "I bolognesi hanno diritto alla tranquillità": sabato i banchetti alla Bolognina per incontrare i cittadini. Richiesto assessorato dedicato

Un assessorato alla sicurezza, via i campi nomadi, più forze dell’ordine sul territorio, lotta dura all’immigrazione clandestina, bus notturni, assistenti civici nei parchi, ‘tolleranza zero’ contro abusivi e accattonaggio ai semafori. Sono alcuni dei punti del manifesto Lega Nord per la sicurezza a Bologna, un ‘decalogo’ di iniziative per “restituire ai bolognesi il diritto alla tranquillità”. Il documento, già in Comune, verrà illustrato e distribuito ai cittadini sabato 5 ottobre, dalle 9 alle 13, ai banchetti del Carroccio di Via Albani angolo Nicolo dell'Arca. A uno di questi saranno presenti i Giovani padani, col nuovo coordinatore Andrea Agostini.

FRA I PUNTI ANCHE IL RIPRISTINO DELLE CASE CHIUSE. Tra i punti nell’elenco del “decalogo” leghista anche il ripristino delle case chiuse, “unica soluzione alternativa al dilagare della prostituzione in strada” fa notare il capogruppo Manes Bernardini e “controlli ferrei sui negozi etnici, troppo spesso ricettacolo di degrado e ‘a rischio’ sotto il profilo igienico - sanitario”. Il Carroccio invoca inoltre una “riforma del corpo della polizia municipale, che preveda l’impiego di più vigili in strada” e “tariffe taxi agevolate per gli under 16”. “Proposte concrete da opporre all’inerzia di questa giunta che anche sul fronte sicurezza dimostra totale annebbiamento”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifesto pro-sicurezza Lega: "Riaprire le case chiuse, più vigili, guerra agli abusivi"

BolognaToday è in caricamento