Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica Centro Storico / Strada Maggiore

Strada Maggiore chiusa per il Crealis: in arrivo detrazioni TARI per i commercianti, ma è polemica

La via diventa cantiere per il tram a guida vincolata. I commercianti beneficerebbero di agevolazioni fiscali, ma già infuriano le polemiche

Strada Maggiore sarà totalmente chiusa al traffico e diventa cantiere per Crealis, il tram a guida vincolata. Oggi, nel suo intervento in Commissione a Palazzo d'Accursio, l'assessore Colombo ha dichiarato che i commercianti beneficeranno di agevolazioni fiscali, come tra cui la riduzione del 50% della TARI, e già infuriano le pomemiche.

"I disagi saranno enormi per residenti, commercianti e per tutta la città. Cosa farà' l'amministrazione? Come la mettiamo con i parcheggi ed i garage? - ha scritto il consigliere Forza Italia Marco Lisei sul suo profilo Facebook - con l'appesantimento del traffico nelle strade limitrofe e soprattutto in via Farini, Santo Stefano e San Vitale? La tari va ridotta del 100% e non del 50% e così la Cosap, ci deve essere l'esenzione totale della tassa sui passi carrai, esenzione sui parcheggi per i residenti sia di strada maggiore sia della zona San Vitale e Santo Stefano. Occorre creare eventi specifici per far capire che Strada Maggiore ed i suoi esercizi sono comunque fruibili. Occorre un piano straordinario d'informazione dei mezzi pubblici su tutta la città non solo per i residenti di strada maggiore perché i disagi saranno per tutti".

"L'assessore Colombo in commissione ha detto che i commercianti beneficeranno di alcune agevolazioni fiscali tra cui la riduzione del 50% della TARI. Ma l'articolo 18 del nuovo regolamento TARI approvato lunedì in consiglio, specifica che si ha diritto all'agevolazione SOLO se il cantiere dura più di 6 mesi. I cantieri partiranno il 9 giugno e sapete quando termineranno? - si chiede il consigliere 5 Stelle Bugani - entro l'8 dicembre ovvero 6 mesi meno 1 giorno!!! Coincidenza? Gli ho appena chiesto chiarimenti". "Disagi e basta, Altro che compensazioni fiscali - risponde il collega Marco Piazza - il regolamento parla chiaro, come l'Assessore che dice cose diverse, solo che il regolamento è scritto ed è quello che fa fede ed è applicato dal settore entrate. Invitiamo gli interessati a contattarci: se l'agevolazione non arriva insisteremo con forza".

"Finalmente da oggi in commissione abbiamo il quadro generale sulla chiusura di strada maggiore dal 9 giugno all'8 dicembre, la morale è - secondo la collega NCD Valentina Castaldini - pochissimi lo sanno, i commercianti sono preoccupatissimi, i residenti vivranno disagi enormi. Le cose si devono fare a Bologna, ma c'e' sempre una differenze fra farle e farle male, qui si sceglie sempre la seconda".

"L'importo complessivo dell'opera è 182 milioni, la copertura ministeriale è del 57,54%, quella di Tper 26,3% da 83,84% al 100% chi copre? - chiede la consigliera leghista Lucioa Borgonzoni "tTutto il comune? Sono circa 30 milioni!".

GRUPPO FACEBOOK ANTI-CREALIS. E' addirittura nato "PROGETTO CREALIS ex CIVIS a Bologna: Poca trasparenza e informazioni" su Facebook, "costi incredibili, benefici quasi nulli, tanti disagi per i cittadini - si legge - Mezzo altamente invasivo, in particolare nelle zone del centro storico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strada Maggiore chiusa per il Crealis: in arrivo detrazioni TARI per i commercianti, ma è polemica

BolognaToday è in caricamento