menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pari opportunità, l'assessore Zaccaria: "Aprirò un centro per uomini maltrattanti"

L'INTERVISTA. "Questo assessorato è l'unico in Italia incentrato sui diritti. Mi è stata data una grande opportunità e ho iniziato con molta determinazione"

Susanna Zaccaria è la nostra assessora delle pari opportunità e differenze di genere, dei diritti LGBT, contrasto alle discriminazioni, lotta alla violenza e alla tratta sulle donne e sui minori, dei diritti dei nuovi cittadini, progetto Patto per la giustizia: un assessorato unico nel nostro Paese perchè completamente concentrato sui diritti.
La intervistiamo proprio nella settimana della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (il 25 novembre), alla quale quest'anno il Consiglio comunale dedica un programma di appuntamenti istituzionali.

Una valutazione sulla nostra città in termini di opportunità, parità e lotta alla violenza? 

"Viviamo in un territorio impegnato da anni nella lotta alla violenza, dove sono presenti numerose associazioni, molti servizi e dove l'Amministrazione da anni attua politiche per le pari opportunità. L'Emilia Romagna ha uno dei più alti tassi di occupazione femminile e credo che Bologna sia una città dove il contesto sia molto più favorevole per le donne che in altri territori".

Quali le sue tre priorità, la lista dei "to do" che ha sulla scrivania?

"Le mie priorità sono: l'apertura di un centro per uomini maltrattanti, soggetto che manca nella rete delle agenzie impegnate nella lotta contro la violenza; portare avanti la collaborazione con le associazioni LGBTI per trovare un'agenda comune di politiche a tutela della comunità e per l'individuazione dei nuovi bisogni; il confronto con i quartieri e il territorio per l'integrazione dei cittadini stranieri".

Cosa ne pensa della possibilità di impiegare i richiedenti asilo nel servizio civile?

"Tenendo conto del fatto che i richiedenti asilo sono persone in attesa di conoscere il loro destino, persone che fuggono da condizioni molto difficili, credo che la possibilità di svolgere attività nel periodo di attesa verso esito della richiesta possa favorire la loro condizione".

Quale l'eredità che ha trovato e con quale spirito ha cominciato a lavorare al suo assessorato? 

"L'assessorato è nato con la nuova Giunta ed è l'unico in Italia, a quanto ci risulta, ad essere completamente incentrato sui diritti. Ho trovato molte attività in essere da diversi anni, sia in tema di pari opportunità che di tutela dei diritti umani, alle quali, tramite la costituzione dell'assessorato, è possibile dare ora organicità. Mi è stata data una grande opportunità e ho iniziato con molta determinazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento