Domenica, 14 Luglio 2024
Politica

Sindaci a Roma con Anci, perplessità di Merola e Manca: "Così le tasse aumenteranno"

Oggi nella Capitale l'incontro con il Governo, ma il sindaco di Imola si dichiara stanco delle bugie dei parlamentari. Merola: "Anche il PD dovrà impegnarsi a avitare che le tasse aumentino"

Il sindaco di Imola, Daniele Manca, è intervenuto oggi allassemblea straordinaria dell’Anci a Roma insieme a una delegazioni di sindaci dell'Emilia Romagna e, in particolare dell'area imolese: "L’aggiunta di 220 milioni di euro alla cifra di 500 milioni come deciso nell’incontro, da girare ai Comuni per le detrazioni inerenti la nuova Tasi, è certamente un passo avanti, ma non garantisce – secondo le nostre stime – la copertura necessaria. In base ai calcoli, mancherebbero ancora almeno 300 milioni".

Anche il sindaco di Bologna Virginio Merola esprime le sue perplessità dopo l'incontro romano: "L'accordo raggiunto dalla delegazione dell'Anci con il Governo non risolve affatto la  questione centrale: evitare  l'aumento delle tasse per i cittadini. Sono necessari 1,5 miliardi di euro per evitarlo: siamo a 700 milioni. Si tratta di un passo  avanti,  ma  purtroppo  non basta. E' necessaria un'operazione verità nei prossimi giorni per rendere evidente di quanto aumenterà di fatto la pressione fiscale. E  sarebbe  necessario  che il Governo avesse il coraggio di dire questa semplice verità: così le tasse aumenteranno. Credo che le forze parlamentari, a cominciare dal  Pd che è forza di maggioranza determinante, debbano evitare questo finale. I Sindaci non sono  rappresentanti  sindacali  (con tutto rispetto per i sindacati), ma rappresentanti di Comuni che in base alla costituzione vigente formano la Repubblica, con pari dignità con lo Stato. Per  questo l'Anci non può considerare chiusa la vicenda, ma concentrare la sua azione  sul  decreto  annunciato e sui lavori parlamentari per la sua approvazione".

MANCA: STANCHI DELLE BUGIE DI MINISTRI E PARLAMENTARI. "Nell’intervento che ho svolto oggi all’assemblea straordinaria dell’Anci - spiega il primo cittadino di Imola - ho ribadito che serve chiarezza da parte del Governo su quello che sta succedendo: non è vero che le tasse sulla casa si ridurranno, è vero il contrario, siamo stanchi di dichiarazioni di ministri e parlamentari che non corrispondono a verità".

I SINDACI VERSO UNA MOBILITAZIONE REGIONALE. Per questo motivo i sindaci propongono una giornata di mobilitazione regionale per informare i cittadini di come stanno le cose e per spiegare che i Comuni stanno cercando di recuperare al massimo in termini di equità, per evitare che paghino di più le basse rendite e di meno le rendite più alte: "Nel nostro Circondario - ribadisce Manca -  lo abbiamo detto nei giorni scorsi, mancano 10 milioni di euro e il rischio è quello di tornare praticamente ad introdurre la vecchia Imu, oltre che di indebolire la democrazia, di compromettere la tenuta del welfare locale e di continuare a bloccare gli investimenti che possono favorire crescita e nuova occupazione".

QUELLO CHE HA FATTO IL GOVERNO VA BENE MA NON BASTA. "Riteniamo comunque apprezzabile che il Governo abbia aperto uno spazio per garantire ai Comuni certezza risorse, basta ai tagli lineari e allentamento della tenaglia tagli/patto di stabilità. Auspichiamo che l’assemblea di oggi apra una fase nuova nelle relazioni tra Stato ed Enti locali e siamo con il presidente Fassino che intende perseguire la strada di una nuova centralità degli Enti locali, per un’effettiva e piena autonomia fiscale, ordinamentale e progettuale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaci a Roma con Anci, perplessità di Merola e Manca: "Così le tasse aumenteranno"
BolognaToday è in caricamento