Politica Santo Stefano / Via dell'Osservanza

Villa Aldini, la Lega: "In campagna elettorale, i soldi e le attenzioni, magicamente, compaiono"

Polemiche sul lancio del calendario estivo e la richiesta di fondi per gli interventi di ristrutturazione

"Non bastano interviste in pompa magna a pochi mesi dal voto amministrativo  per far dimenticare come, sulla struttura Villa Aldini, per questi due mandati sia regnato il totale menefreghismo e la massima noncuranza". Così la capogruppo della Lega in comune, Francesca Scarano, critica sul lancio del calendario estivo e la richiesta di fondi per gli interventi di ristrutturazione.

Villa Aldini, per la ristrutturazione il Comune chiede sei milioni al ministero

"La destinazione di questo bene comune a struttura di accoglienza per gli immigrati ha di fatto impedito a tutti i bolognesi di poter godere di una delle strutture architettoniche più belle e suggestive della città. Deve essere un male comune a tutti i candidati di sinistra quello di non ricordare o comunque cercare di mascherare con parole dal vuoto significato come aggiungere l'aggettivo green al nome passante per mischiare un po le carte e far finta di cambiare tutto quando in realtà nulla si può piu modificare alcunché o quasi. Stessa cosa per Villa Aldini, un complesso su abbiamo perso il fiato a forza di sollecitazioni che non hanno mai ricevuto risposta" -  ricorda Scarano - sottolineando che più di quattro anni fa  la sovrintendenza intimò al Comune di intervenire ma nulla venne fatto, lasciandola preda del degrado e confermando la struttura per accoglienza di richiedenti asilo. Ora, promettere che diventerà un’oasi per i bambini solo per conquistare qualche voto alle primarie, dimostra solo quanta pochezza ci sia, in termini strategici e progettuali, nell’azione della Sinistra, capace solo di essere efficace quando sono in gioco i propri interessi o quelli delle forze sociali, politiche ed economiche di suo diretto riferimento". 

Sul tema interviene anche il consigliere Bosco che ricorda come alcuni mesi fa, dopo la denuncia della Lega sulle condizioni della Villa, "l'Assessore minimizzò, piangendo miseria. Ora che siamo in campagna elettorale, i soldi e le attenzioni, magicamente, compaiono. E' vergognoso che Lepore, dopo aver tollerato mesi di effrazioni, vandalismi e bivacchi nello stabile, oggi si faccia bello presentando le iniziative in villa. I bolognesi che hanno a cuore il patrimonio architettonico di Bologna non si lasceranno abbindolare dalle boutade elettorali del candidato alle primarie". 

Villa Aldini: da Napoleone a Pasolini, le mille vite della residenza "superba" 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Aldini, la Lega: "In campagna elettorale, i soldi e le attenzioni, magicamente, compaiono"

BolognaToday è in caricamento