Blitz Xm24 in via Fioravanti, Persiano PD: "Ho sempre diffidato di loro, sono delinquenti"

Ancora più dure le Acli Bologna: "Questa non è società civile, sono solo incivili"

Il dissenso verso gli attivisti del centro sociale Xm24 che ieri sera avrebbero divelto le recinzioni, entrando nei cantiere di via Fioravanti, loro ex sede, viene anche dai banchi del PD e non solo dal centro-destra. 

"Oggi cade la maschera: sono passati dalle occupazioni alle devastazioni, e ora bisogna che tutti dicano chiaramente che sono dei delinquenti". Così il consigliere comunale bolognese del Partito democratico, e consigliere metropolitano con delega alla Sicurezza, Raffaele Persiano.

Xm24, il centro-destra: "Sanzionano solo gli imprenditori, azione criminale"

"Ho sempre diffidato di loro" spiega il consigliere alla 'Dire', ricordando di essersi scontrato, in passato, "con alcuni colleghi che invece erano per il dialogo", ma "bisogna essere chiari e andare tutti nella stessa direzione: questi sono dei delinquenti". Anche perchè, tuona il consigliere, "non ce la possiamo prendere con la movida al Pratello e poi permettere che a Bologna ci siano delle zone franche".

Secondo Persiano "da parecchi giovedì, in occasione del mercato, queste persone creano assembramenti in zona, e nessuno interviene, nonostante le segnalazioni dei cittadini, con altre realtà, come il Tpo, collaboriamo senza problemi".

Sulla vicenda interviene anche un altro esponente bolognese del Pd, il deputato Serse Soverini, che auspica "un accordo tra i vari attori" coinvolti, osservando che, se "da un lato c'è chi vuole che quell'area rimanga aperta, dall'altro ci sono le esigenze dei cittadini e i piani comunali prestabiliti".

Ancora più dure le Acli Bologna, che in un post su Facebook condannano con decisione il blitz di ieri, scrivendo: "Non ci chiedano di sottoscrivere patti di collaborazione con questa gente e non gli concedano immobili a titolo gratuito, perchè noi ne abbiamo veramente abbastanza". Tra l'altro, prosegue il post, mentre "noi siamo spremuti come limoni da tasse, balzelli e burocrazia, c'è invece chi le cose se le prende, fa danni da decine di migliaia di euro, devasta la città e adesso magari sarà anche premiato con un bell'immobile". Se questo dovesse accadere, conclude l'associazione, non succederà "con il nostro consenso, perchè questo non è Terzo settore, non è società civile, sono solo incivili". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Scatta oggi la nuova ordinanza: le restrizioni si allentano, cambiano le regole del commercio

Torna su
BolognaToday è in caricamento