30° Congresso nazionale F.C.S.A 24 - 26 ottobre 2019

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Giunto ormai alla sua trentesima edizione, il Congresso Nazionale F.C.S.A (Federazione Centri per la Diagnosi della Trombosi e la Sorveglianza delle Terapie Antitrombotiche) si terrà a Bologna dal 24 al 26 Ottobre 2019 presso il “Savoia Hotel Regency”, con l’obiettivo di presentare le novità scientifiche a livello nazionale ed internazionale nell’ambito delle strategie diagnostico-terapeutiche del mondo dell’anticoagulazione. Responsabile Scientifico del Congresso, il Presidente F.C.S.A la Dottoressa Sophie Testa (Centro Emostasi e Trombosi - Dipartimento di Medicina di Laboratorio e di Radiologia – ASST Cremona). Un’ importante occasione di dibattito tra professionisti che trovano in questo contesto l’opportunità di potersi confrontare al fine di migliorare l’attività sanitaria e favorire la ricerca. Suddiviso in sessioni scientifiche, incontri e riunioni tra gli esperti delle diverse regioni italiane, l’evento è articolato in tre giornate intense di lavori dove protagoniste sono varie tematiche legate a due fili conduttori principali: Anticoagulanti Diretti ed Aggiornamenti Clinici. Durante la giornata di giovedì 24 Ottobre, si tratterà nello specifico di gestione del paziente in terapia con anticoagulanti diretti, la misurazione degli anticoagulanti diretti, e la gestione del paziente con complicanze emorragiche in corso di DOAC. A terminare questo primo appuntamento la Lettura magistrale dal titolo: “Le decisioni terapeutiche: dall’ipse dixit alla medicina personalizzata” (Prof. G. De Gaetano). La giornata di venerdì 25 Ottobre sarà invece dedicata a temi riguardanti la profilassi primaria e la terapia del tromboembolismo venoso in oncologia, a seguire nel corso della giornata invece si tratterà di ricerca, le attività di F.C.S.A, e gli studi in corso. A concludere questa seconda fase dei lavori, La terapia antitrombotica nella patologia vascolare periferica. Nella fase conclusiva del Congresso Nazionale, sabato 26 ottobre, l’attenzione sarà rivolta infine alle coagulopatie emorragiche acquisite, come trattarle e diagnosticarle, e l’uso della “Bridging therapy”. Alla base del Convegno Nazionale F.C.S.A esistono due problematiche: la prima è quella di fornire una risposta sanitaria di eccellenza alle esigenze dei pazienti che necessitano terapia antitrombotica o che già sono in trattamento. La seconda è quella di favorire la ricerca, come F.C.S.A è finora riuscita a fare, per garantire la crescita professionale e il miglioramento delle conoscenze scientifiche. In particolare, anche a seguito dell’introduzione di numerosi farmaci anticoagulanti indicati per il trattamento del tromboembolismo venoso (TEV) e per la prevenzione cardioembolica nella fibrillazione atriale non valvolare (FANV), si evidenzia la necessità di un adeguamento delle conoscenze sia relative alle caratteristiche farmacologiche delle molecole, che alle necessità sanitarie dei pazienti. Si ricorda che Il Congresso Nazionale F.C.S.A, organizzato grazie al supporto della Segreteria Organizzativa Elleventi, è stato inserito nel Piano Formativo 2019 per la Formazione Continua in Medicina (ECM) ottenendo n° 12,6 crediti. Da menzionare infine, il contributo non condizionante di: Aspen, Bayer, BD, BIOVIIIx, Boehringer Ingelheim, Bristol-Myers Squibb, Pfizer, Daichii-Sankyo, Dasit, Novo Nordisk, RGF Diagnostics, Roche, Sanofi Genzyme, Siemens Healthineers, Stago, Techdow, Werfen. Pamela Menichelli Ufficio Stampa Elleventi www.elleventi.it 347.4268452

Torna su
BolognaToday è in caricamento