Sole e pericoli per la pelle: il medico detta 5 regole per l'abbronzatura intelligente

Anna Lanzoni dirigente medico dell'Unità Operativa Ausl di dermatologia e responsabile dell'ambulatorio dell'Ospedale Bellaria: "Preparate la pelle al sole e ricordate che non esistono prodotti abbronzanti"

2. Quando ci si espone meglio sempre a pelle pulita: attenzione a creme e profumi

Antizanzare, profumi e altri prodotti analoghi possono rendere la pelle molto sensibile e non lavandoci via queste sostanze di dosso rischiamo di subire le conseguenze mettendo a rischio la nostra pelle. Se la sera prima ci siamo dati dell'antizanzara, del profumo o un prodotto per le punture di insetto, la mattina seguente è bene lavarsi e poi mettersi la crema solare. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

3. Applicare una crema protettiva che difenda dai raggi UVA e UVB 

La protezione solare va benissimo a sfp da 30 a 50, meglio 50. Oggi ci sono delle protezioni ad altissime prestazioni, che non ungono, che non si vedono, sono in crema, latte o olio e vanno tutti benissimo. Consiglio, soprattutto per i bambini, di metterle prima di uscire, con calma piuttosto che in spiaggia. Tengo a precisare che, nonostante alcuni messaggi promozionali possano farcelo credere, non esistono prodotti abbronzanti, ma ognuno di noi si abbronza in base al fototipo che è. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 2 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus, la Regione Emilia-Romagna dà tre milioni di mascherine gratis a tutti i cittadini

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 3 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 4 aprile: i dati comune per comune

  • “Mio padre ha perso il lavoro e il frigorifero è vuoto, aiutateci": adolescente chiede aiuto al 112

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 2 aprile: +546 contagi, si contano ancora 79 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento