Convegno formativo gratuito "benessere e motivazione a scuola"

Strumenti e spunti per la realizzazione di un ambiente di apprendimento finalizzato allo star bene a scuola e al successo formativo di ogni studente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

De Agostini Scuola, editore scolastico e Ente formatore accreditato MIUR, in collaborazione con Fondazione Golinelli, lancia un nuovo percorso formativo gratuito di 12 ore complessive dal titolo “Benessere e Motivazione a Scuola”: quattro moduli formativi di tre ore ciascuno negli spazi di Opificio Golinelli a Bologna il 26 febbraio, 19 marzo, 26 marzo e 9 aprile 2019. Nella scuola di oggi, caratterizzata dalla molteplicità e complessità delle esigenze personali degli studenti, inizia a rafforzarsi sempre più la tesi secondo cui la realizzazione di un vero apprendimento è possibile solo attraverso un coinvolgimento personale e l’attivazione di specifiche strategie relazionali. L’iniziativa – rivolta ai docenti di ogni ordine e grado scolastico – ha l’obiettivo di trasferire agli insegnanti strumenti e spunti per la realizzazione di un ambiente di apprendimento finalizzato allo star bene a scuola e al successo formativo di ogni studente. Un’attenzione particolare è rivolta alle metodologie didattiche e alla loro efficacia nei processi di apprendimento, alla comunicazione empatica e agli aspetti emotivi e relazionali per gestire una classe complessa. Il primo modulo formativo, martedì 26 febbraio, condotto dalla prof.ssa Beatrice Aimi (Dirigente Scolastico e formatrice DeA Scuola) verterà sulle metodologie didattiche e sulla loro efficacia nei processi di apprendimento con un focus sulle neuroscienze e sulla psicologia cognitiva. Segue, il 19 marzo, il secondo incontro tenuto dalla pedagogista e counselor prof.ssa Barbara Alaimo che affronterà il tema cruciale della comunicazione empatica: comunicare e ascoltare, aumentare la consapevolezza delle proprie risorse personali per rendere più efficaci le abilità di ascolto e di dialogo finalizzate alla risoluzione dei conflitti nel gruppo-classe. "La scuola è un ambiente complesso, in cui sempre più è richiesto al docente di saper comunicare in modo efficace con alunni, ma anche con i colleghi e genitori – commenta la prof.ssa Alaimo. La comunicazione empatica è un modo straordinario per creare un buon clima in classe necessario per sviluppare competenze e stimolare l’apprendimento. Un insegnante che aumenta le proprie capacità comunicative e relazionali, partendo dall'ascolto, non solo previene il disagio, dando voce ed espressione a bisogni ed emozioni, ma promuove il proprio ben-essere personale e professionale e quello delle persone che accompagna a crescere." Il tema degli aspetti emotivi e relazionali per poter gestire una classe complessa verrà affrontato il 26 marzo dalla prof.ssa Caterina Fiorilli, docente all’Università LUMSA. Oggi più che mai i docenti si trovano a dover gestire classi multietniche, alunni con temperamenti difficili, comportamenti aggressivi: l’intervento formativo proposto ha la finalità di trasferire ai docenti strategie efficaci utili a facilitare la relazione con i propri alunni affinché essa sia caratterizzata da serenità e reciproco rispetto. Il percorso formativo si chiude il 9 aprile con il contributo della prof.ssa Loredana Leoni (Dirigente tecnico MIUR) che affronterà il tema del curricolo inclusivo e della scuola inclusiva. Si delinea infatti, anche con i recenti decreti legislativi, come l’attuale metodologia didattica sia fondata su un nuovo approccio basato sulla personalizzazione dei percorsi di insegnamento e di apprendimento volti a garantire e a consentire che le potenzialità di ciascun allievo possano essere riconosciute e utilizzate per ottenere i migliori risultati formativi possibili. Con “scuola inclusiva” si intende una scuola responsabile dove ogni allievo può apprendere partecipando e può sentirsi coinvolto e apprezzato. È una scuola che innova la didattica, utilizza in modo consapevole e diffuso le tecnologie, mira alla qualità degli ambienti di apprendimento, e alla creatività e attiva reti con il territorio verso un’idea di comunità educante. La partecipazione ai convegni è gratuita previa iscrizione sul sito https://convegni.deascuola.it/ e sulla nuova piattaforma ministeriale S.O.F.I.A (www.istruzione.it/pdgf/) e prevede l’esonero ministeriale e il rilascio dell’attestato di partecipazione valido ai fini dell’aggiornamento. Per l’erogazione dei crediti formativi ai docenti di ruolo, la partecipazione al seminario di formazione comporta l’iscrizione alla piattaforma S.O.F.I.A. www.istruzione.it/pdgf/ e il connesso protocollo di verifica.

Torna su
BolognaToday è in caricamento