Tumore al seno durante l'emergenza Coronavirus: parte lo sportello telefonico di ascolto

"Con l'emergenza Covid19, anche Donne al Centro ha dovuto cambiare le sue modalità di gestione e adesso siamo pronte a riprendere il nostro Sportello Informativo dedicato a questa realtà, così impattante sulla vita quotidiana della donna e della sua famiglia"

Donne al Centro, lo spazio polifunzionale dell'Ospedale Bellaria creato da Komen Italia per sostenere le persone con tumore al seno prima, durante e dopo le cure oncologiche, offre le sue competenze per aiutarle in un momento così drammatico per la collettività che sta mettendo sotto forte pressione la sanità pubblica.

Durante l'emergenza per il Coronavirus lo sportello informativo è quindi aperto per tutti coloro che stanno affrontando un tumore del seno e abbiano bisogno di informazioni mentre si offre inoltre un servizio di ascolto telefonico per chi soffre un disagio emotivo e di solitudine nella gestione della malattia.

"Con l'emergenza Covid19, anche Donne al Centro ha dovuto cambiare le sue modalità di gestione e adesso siamo pronte a riprendere il nostro Sportello Informativo dedicato a questa realtà, così impattante sulla vita quotidiana della donna e della sua famiglia - spiega Sebastiana Costa Ceccarelli, coordinatrice delle volontarie - Le nostre volontarie si adoperano per dare risposte concrete ai bisogni che affrontare questa malattia comporta. Abbiamo creato un archivio di informazioni che manteniamo costantemente aggiornato e che ci permette di essere operative anche via mail o telefonicamente. Inoltre considerato il periodo di isolamento sociale eccezionale, abbiamo attivato un servizio di ascolto telefonico per chi soffre un disagio emotivo e di solitudine nella gestione della cura del tumore al seno. Per usufruire dei nostri servizi gratuiti occorre scrivere a donnealcentro@komen.it sarete contattati da una delle nostre volontarie".

L'associazione, attiva da 14 anni in Emilia-Romagna al fianco delle donne che affrontano i tumori del seno, ha realizzato il progetto grazie ai fondi raccolti con la Race the Cure e i tanti gesti di solidarietà ricevuti da enti e aziende del territorio. La gestione è realizzata con il supporto di personale volontario, formato e selezionato per competenze ed esperienze individuali che permettono di gestire più servizi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • E' nata la figlia di Gianluca Vacchi: ecco come si chiama. Tenera foto sui social

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento