Venerdì, 12 Luglio 2024
Salute Loiano

Donini rassicura Loiano sul futuro dell’ospedale

L’intervento dell’assessore alla Sanità è arrivato dopo una lettera da parte dei sindaci di Loiano e Monghidoro

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Nessuna distrazione sull’ospedale di Loiano, dove la Regione Emilia-Romagna continuerà “ad essere presente, anche facendoci carico dei problemi che dovessero emergere per volontà non nostra”. Lo ha detto l’assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini dopo una lettera a lui indirizzata nei giorni scorsi da parte dei sindaci Barbara Panzacchi di Monghidoro e Roberto Serafini di Loiano. Parlando con l’agenzia Dire, Donini ha detto che subito dopo aver ricevuto la lettera ha “conferito subito con la direzione dell'Ausl chiedendo di affrontare i temi che hanno sollevato i primi cittadini e che mi erano già in parte noti quando mi sono recato in sede. La direzione di marcia che ho proposto e che è stata condivisa con l'Ausl - aggiunge Donini, che comunque incontrerà già la prossima settimana il sindaco di Loiano - è quella di intervenire da subito in maniera straordinaria sulla riduzione della radiologia per i mesi estivi, dovuta ad un infortunio di un operatore, garantendo poi il ritorno a regime da settembre. Inoltre l'Ausl, fa sapere ancora l'assessore, "ha il mandato di raggiungere un accordo con la disponibilità di medici del 118 per rafforzare il punto di pronto intervento del medico di reparto, in modo da rendere ancora più attrattiva quella figura di medico internista".

Donini ricorda comunque i tanti investimenti fatti su Loiano, dove "continueremo ad essere presenti anche facendoci carico dei problemi che dovessero emergere per volontà non nostra”. In particolare, a Loiano, sono stati investiti 4,2 milioni di euro di cui oltre la metà (2,5 milioni di euro) sull'ospedale di comunità finanziato attraverso i fondi del Pnrr e che dovrebbe essere completato entro il 2025. Un altro milione e mezzo è stato investito direttamente dalla Regione Emilia-Romagna per il potenziamento della chirurgia ambulatoriale, ma è anche prossimo il potenziamento delle tecnologie biomediche territoriali grazie all'installazione e attivazione (programmate entro la fine dell'anno) di un nuovo sistema radiologico digitale polifunzionale, in sostituzione del vecchio, del valore di 165.000 euro: anche questo è un finanziamento Pnrr.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donini rassicura Loiano sul futuro dell’ospedale
BolognaToday è in caricamento