rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Salute

8 manovre salva-bambino: al Sant'Orsola il corso per la rianimazione pediatrica

Il Policlinico partecipa alla settimana VIVA! di promozione della rianimazione cardiopolmonare, mette disposizione sanitari ed esperti per impararle

Dalla stimolazione, alle posizioni in sicurezza, alla respirazione bocca a bocca. Sono otto le manovre fondamentali che possono salvare la vita a un bambino e per conoscerle il Policlinico Sant'Orsola di Bologna, che partecipa alla settimana VIVA! di promozione della rianimazione cardiopolmonare, mette disposizione i sanitari per impararle. 
Martedì 11 ottobre dalle 10 alle 16 i medici istruttori della Rianimazione Cardiopolmonare Pediatrica, appartenenti al Centro di Formazione IRC (Italian Resuscitation Council), insegneranno le 8 tecniche fondamentali per la rianimazione cardiopolmonare pediatrica. 70 i posti disponibili.

"La padronanza delle manovre di primo soccorso e salvavita è di vitale importanza - osserva il Policlinico - In assenza di adeguata rianimazione cardiopolmonare, infatti, le speranze di sopravvivenza dei bambini colpiti da arresto sono addirittura peggiori rispetto all’età adulta: se non si interviene per tempo, soltanto il 5 - 10% dei pazienti si salva (prognosi a 30 giorni) presentando peraltro un esito neurologico sfavorevole in oltre la metà dei casi.
L’arresto cardiocircolatorio in età pediatrica presenta inoltre alcune peculiarità. A partire dall’origine del problema: soltanto nel 10 - 15% dei casi la causa è primitiva cardiaca, mentre più frequentemente l’arresto cardiaco è secondario a un’insufficienza respiratoria e a altre patologie non cardiache. Questa differenza si ripercuote sulla sequenza delle manovre salvavita: per i bambini, infatti, è fondamentale praticare la respirazione bocca a bocca prima del massaggio cardiaco, mentre è decisamente più raro l’utilizzo del defibrillatore". 

I corsi 

I corsi si terranno al Padiglione 16 con accesso dalla rampa del Pronto Soccorso Pediatrico da via Massarenti, 11 e dureranno poco meno di mezz’ora in tutto. L’addestramento avverrà su manichini  

Ai partecipanti verrà donata la pocket mask di IRC per l’esecuzione della respirazione bocca a bocca in maniera sicura, che sarà utilizzata nel training e che potrà servire anche in futuro nel caso dovessero intervenire in un caso reale.

Le manovre salva-bambino

1.    Verifica della sicurezza ambientale e personale
2.    Stimolazione del paziente (verifica dello stato di coscienza attraverso stimolazione tattile e verbale)
3.    Chiamata dei soccorsi
4.    Posizionamento in sicurezza del capo del paziente (mantenendo la pervietà delle vie aeree)
5.    Valutazione della capacità respiratoria del paziente attraverso la manovra GAS (guardo ascolto sento)
6.    Ventilazione (insufflazioni attraverso pocket mask)
7.    Valutazione del MO TO RE (movimento tosse respiro)
8.    Rianimazione tramite massaggio cardiopolmonare

Tumore al seno, Ricerca Unibo: "Individuata proteina che potrebbe ostacolare terapie ormonali"

Al Sant'Orsola il primo trapianto di cuore battente grazie ad una macchina donata dai cittadini | VIDEO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

8 manovre salva-bambino: al Sant'Orsola il corso per la rianimazione pediatrica

BolognaToday è in caricamento