rotate-mobile
Salute

Sant'Orsola ospedale della donna: "open week" con visite e consulti gratuiti

Un centinaio di visite, webinar, linea telefonica dedicata. Aperte le prenotazioni al Policlinico bolognese per le donne di ogni età

Un calendario, dal 20 al 26 aprile, di servizi gratuiti: un centinaio di visite, webinar, linea telefonica dedicata, per una "medicina in rosa" che si prende cura della salute della donna. Aperte le prenotazioni al Policlinico Sant'Orsola per le donne di ogni età con percorsi clinici di prevenzione, diagnosi e cura dedicati sin dall’infanzia, passando per l’età fertile fino alla menopausa e alla senilità.

Durante una "open week" promossa da Fondazione Onda - Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere - sono previsti visite, consulenze gratuite, webinar e ascolto sulle principali patologie femminili: ginecologiche, oncologiche ginecologiche e senologiche, dermatologiche, per l’infertilità.
Per conoscere il calendario delle iniziative, con le giornate e le fasce orarie disponibili, e per la prenotazione - obbligatoria - delle prestazioni: CALENDARIO PRENOTAZIONI

Le iniziative

I medici della Ginecologia e Fisiopatologia della Riproduzione umana visiteranno e forniranno consulenze alle donne affette da fibromi, miomi, metrorragia. L’unità operativa è sede del Centro di riferimento regionale di III livello per l’endometriosi, che attualmente opera oltre il 32% dei casi dell’Emilia-Romagna e ha il compito di trattare tutti quelli di maggiore complessità non gestibili nei diversi territori, coordinando il funzionamento della rete.

Visite e consulti anche con i professionisti delle unità operative di Oncologia Medica, di Oncologia Ginecologica e di Chirurgia Senologica che si occupano di gestione medica e chirurgica integrata delle patologie oncologiche quali i tumori femminili della mammella e i tumori ginecologici. Proprio in ambito oncologico il Policlinico è stato riconosciuto nel 2019 Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) a rilevanza nazionale. La Chirurgia Senologica e l’Oncologia Medica hanno inoltre ottenuto la Certificazione europea EUSOMA per i percorsi clinico-assistenziali dedicati alle donne con tumore della mammella.

Si potrà accedere alla struttura dipartimentale di Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) per conoscere i percorsi diagnostici per la valutazione del proprio stato di fertilità e per attivare i trattamenti di PMA omologa ed eterologa. Da 25 anni il Centro si occupa di crioconservazione di ovociti, portando al successo della gravidanza anche pazienti affette da insufficienza ovarica prematura a seguito di terapie oncologiche.

Le visite in Dermatologia spazieranno dal controllo dei nevi alla psoriasi, dall’analisi dei capelli e delle unghie alle patologie vulvari.

Tre eventi online tutti dedicati alle partorienti e alle neo mamme. Sarà sufficiente collegarsi sulla piattaforma Lifesize, per parlare con le nostre ostetriche dell’Ostetricia e della Medicina dell’Età prenatale del percorso gravidanza, della gestione del dolore e dei metodi per contenerlo in sala parto, di come gestire l’allattamento.

Contro la violenza, linea telefonica e mail 

Azioni e messaggi coordinati dal servizio di Medicina legale e gestione integrata del rischio per dare un aiuto concreto alle donne che hanno subito violenza fisica o psicologica. A disposizione una linea telefonica alla quale inviare anche messaggi whatsapp e una mail dedicata per tutte le info. Il numero 320.7469681 vedrà impegnati operatori sanitari qualificati che potranno, se necessario, indirizzare alle figure professionali idonee: assistenti sociali, ginecologi, pediatri, psicologi, infermieri, operatori socio sanitari, medici legali. Alla mail openweek.violenza@aosp.bo.it sarà possibile, tra le altre cose, concordare colloqui al di fuori degli orari indicati fornendo nome e numero telefonico al quale essere ricontattati.

Fondazione Onda

Dal 2007 Onda attribuisce agli ospedali che erogano servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie femminili il riconoscimento dei Bollini Rosa; il network, composto da 354 ospedali dislocati sul territorio nazionale, sostiene Onda nel promuovere, anche all’interno degli ospedali, un approccio “di genere” nella definizione e nella programmazione strategica dei servizi clinico-assistenziali, indispensabile per garantire il diritto alla salute non solo delle donne ma anche degli uomini.
Per il biennio 2020-2021 il Policlinico ha ottenuto il massimo riconoscimento di 3 Bollini Rosa per l'alto livello di attenzione verso il trattamento delle patologie femminili e per le caratteristiche strutturali e i servizi a misura di donna.

Foto Treviso Today

Diventare mamma dopo il cancro: "Al Sant'Orsola ci è riuscita una donna su tre. Ecco come"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant'Orsola ospedale della donna: "open week" con visite e consulti gratuiti

BolognaToday è in caricamento