Covid e ritorno a scuola, il CTS: "Cantare e urlare aumentano lo spargimento di goccioline"

Così sembra a detta di Kyriakoula Petropulacos, direttrice Salute e Welfare Emilia-Romagna e componente del comitato tecnico scientifico per l’emergenza, ma riassicura sulle mascherine

Stop alle grida e ai canti in classe? Così sembra a detta di Kyriakoula Petropulacos, direttrice generale Cura della Persona, Salute e Welfare della Regione Emilia-Romagna e componente del comitato tecnico scientifico per l’emergenza Covid - Cts.

“Le conoscenze sulle potenzialità di contagio nell’età scolare sono incomplete e questo impedisce di prendere posizioni definitive”. Ha detto in un'intervista al Corriere della Sera "potremmo essere costretti a modificare certe scelte. In alcuni casi però abbiamo potuto dare indicazioni operative condivise, ad esempio cosa fare quando si scopre un alunno positivo”.

Per Petropulacos, “cantare e urlare aumentano lo spargimento di goccioline", quindi sarebbero a rischio alcune modalità durante le lezioni di musica, appunto "meglio  soprassedere, a meno di non essere dovutamente distanziati. È difficile pensare che tutti in una classe si ricordino che è saggio, non alzare la voce o restare in silenzio ma se lo facesse la maggioranza sarebbe sufficiente”.

Infine sulle mascherine ricorda: ”Voglio tranquillizzare i genitori. Non sono in alcun modo un rischio per la salute se il ragazzo è sano, possono dare  qualche problema solo agli asmatici. Anche tenerle addosso diverse ore non è pericoloso. Non impediscono il respiro. Al massimo sono fastidiose ma ci si abitua”.

Quindi, il tema è "i comportamenti individuali, sarà importante la sensibilizzazione degli studenti. Nessuna precauzione funziona, neppure la più rigorosa, se non viene rispettata. Come  risponderanno i ragazzi e le famiglie? È un’incognita. Ci vorrà  attenzione nell’evitare comportamenti finora considerati innocui, tipici degli alunni specie durante la ricreazione, e che oggi  potrebbero essere un rischio”.

Leggi anche: 

Scuola, aule "a posto": in Fiera la prima tranche di banchi 

1° settembre, avvio dell'anno scolastico: 40 domande e risposte sulla scuola post-emergenza covid

In ogni scuola dell'Emilia Romagna "locale destinato a ospitare i sospetti contagiati" 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento