Scuola

Covid e Green Pass, il comitato: "Problemi come affollamento e mancanza di personale rimangono"

Il gruppo 'Priorità alla scuola' torna a puntare il dito con i tanti piccoli grandi problemi di tutti i giorni, ai quali la pandemia e lerestrizioni hanno solo fatto da grancassa. "Un esempio su tutti? La Dad per coprire le carenze di organico"

La discussione sul green pass a scuola? Un "diversivo" per nascondere le vere emergenze dell'istituzione, come ad esempio il ricorso alla Dad per mancanza di personale, i problemi strutturali di spazio e le quarantene non retribuite al docente se nella sua classe viene trovato un positivo.

È quanto ricorda Priorità alla scuola, che a pochi giorni dal ritorno sui banchi e in occasione della riapertura in Puglia e in Calabria, scende in piazza in 20 città d'Italia per denunciarli tutti.

Rientro in presenza, sì, ma non per tutti. "Ci sono in questo momento tante scuole in Italia che hanno dovuto ricorrere alla Dad, per mancanza di spazi, di docenti di sostegno e di personale Ata", ricorda Gloria Ghetti di Priorità alla scuola, in presidio nel pomeriggio davanti all'Ufficio scolastico regionale di via dei Castagnoli.

"Non accettiamo la retorica semplicistica e neanche l'accanimento che c'è stato nei confronti del corpo insegnanti, responsabilmente vaccinato per oltre il 90%, ancor prima dell'obbligo del green pass, perchè il ritorno in presenza è una priorità". Per questo il green pass in sè non risolverà i problemi.

Green pass, assunzioni e trasporti: il 27 sciopera la scuola, lezioni e mense a rischio stop

"Per noi è stato un gigantesco diversivo", attacca ancora Ghetti, che insieme alla "retorica del 'tutto sta andando bene' del ministro Bianchi" ha di fatto nascosto "l'inefficienza di Bianchi e di questo governo, che non ha fatto nulla per risolvere i problemi strutturali di spazio e di docenti della scuola, problemi che quindi tornano al pettine".

Su tutti, torna anche la questione delle quarantene per gli insegnanti, per le quali "qualora qualcuno all'interno delle loro classi dovesse risultare positivo, queste non vengono remunerate. Questo è inaccettabile, è l'ennesimo accanimento nei confronti del corpo docente che non lo merita" conclude Ghetti. (Dav/ Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid e Green Pass, il comitato: "Problemi come affollamento e mancanza di personale rimangono"

BolognaToday è in caricamento