rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
social Casalfiumanese

Raro avvistamento in Appennino: "Un grifone, apertura alare di quasi 3 metri"

Sfrutta le correnti ascensionali per salire fino a 6mila metri: "Nel nostro Appennino è davvero raro"

"Abito in Valsellustra (comune di Casalfiumanese - ndr) un meraviglioso angolo dell’Appennino bolognese, sopra Imola, e ho la fortuna che una colonia stabile di questi uccelli coloratissimi si sia stabilita da molto tempo poco distante da casa, ma la sorpresa più grande è stata questa mattina quando, nel silenzio del mattino presto, sopra la mia testa ho riconosciuto una sagoma inconfondibile ma assolutamente non comune qui da  noi: quella di un avvoltoio". 

A scrivere a Bologna Today è Stefano Navaro, fotografo naturalista per passione: "Come mio solito, quando ho del tempo libero, lo dedico all’osservazione faunistica e alla fotografia naturalistica, sia vicino casa che nel resto d’Italia, e ferie permettendo, anche all’estero. In questi giorni sono spesso vicino casa per osservare e fotografare i gruccioni, che come ogni anno in maggio, arrivano dall’Africa per nidificare e riprodursi nel nostro paese".

Il rapace in questione è più precisamente un grifone: "Volatile ormai estinto su tutta la nostra penisola e resistente solo in Sardegna con alcune colonie stabili, mentre è stato reintrodotto in Sicilia, Calabria, Basilicata, Abruzzo e Friuli Venezia Gulia - ci dice Stefano - animale davvero maestoso, può pesare fino a dieci chili con una apertura alare di quasi tre metri, arriva a volare in alto sfruttando le correnti ascensionali per salire fino a 6mila metri. Nel nostro Appennino è davvero raro vederne uno, se non per alcuni esemplari in dispersione che arrivano a percorre anche diverse centinaia di km al giorno". 

"Quella mattina - racconta - stavo osservando anche un nido di falco pellegrino, altra specie meravigliosa che abita i nostri luoghi, e, come si può vedere dalla foto, il maschio della coppia di pellegrini ha raggiunto in volo il grifone per difendere il proprio territorio con un coraggio davvero incredibile, vista anche l’evidente differenza di stazza. In questo periodo di zero traffico, anche aereo, possiamo alzare gli occhi al cielo e magari scoprire qualcosa di molto interessante che il nostro Appenino è capace di regalarci". 

grifone-2

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raro avvistamento in Appennino: "Un grifone, apertura alare di quasi 3 metri"

BolognaToday è in caricamento