San Benedetto: ragazzi da tutto il mondo riuniti in nome della Pace

Per un mese i giovani hanno invaso il piccolo Comune dell'Appennino

I ragazzi provenienti da 12 diverse Nazioni riuniti a San Benedetto

Sono stati ospiti del Comune di San Benedetto Val di Sambro per circa un mese, ragazzi provenienti da tutto il mondo per un villaggio educativo che in nome della Pace voleva aiutare a crescere, pensare in modo critico, comunicare, condividere, vivere a stretto contatto con culture distanti.

Una cinquantina i giovani che hanno invaso il piccolo Comune dell'Appennino per quattro settimane, in occasione del campo estivo organizzato dal CISV, cui l’amministrazione comunale non manca di dare il suo supporto da diversi anni. Il CISV è un'associazione di volontariato, aconfessionale ed apolitica e affiliata all’Unesco, sorta nella seconda metà degli anni Quaranta per iniziativa della psicologa americana Doris Allen. L'idea che la mosse a fondare l'associazione fu quella di organizzare, dopo la tragedia della seconda guerra mondiale, un campo estivo dove bambini di diverse nazioni potessero convergere e confrontarsi, per entrare fin dall'infanzia in contatto con diverse culture, conoscerle ed evitare così di ripetere gli errori che nel passato si erano trasformati in orrori.

I ragazzi arrivavano dal Belgio, Brasile, Canada, Danimarca, Islanda, Giappone, Inghilterra, Libano, Olanda, Svezia, Stati Uniti, oltre ovviamente all’Italia. "Patrociniamo questa iniziativa già da diversi anni - spiega il sindaco Alessandro Santoni  - perchè questi campi si propongono di insegnare ai ragazzi ad essere più liberi da pregiudizi e stereotipi, dalla paura del diverso, e di conseguenza capaci di affrontare con fiducia un mondo sempre più vasto e multiculturale. Una bella occasione di incontro per loro che vengono da lontano e per la nostra comunità che li ospita". 

"Una grande giornata di festa ai campi sportivi - ha poi sottolineato il consigliere Roberto Serra - in una grande Babele in cui un po’ in inglese, un po’ nelle loro lingue, un po’ con la spontaneità della loro età i ragazzi sono comunque riusciti a comunicare e a divertirsi superando le barriere linguistiche e culturali".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • L'oroscopo di agosto segno per segno: ecco cosa dicono le stelle

  • Da Budrio a "Mister Italia 2020": Ruben Ganzerli tra i trentadue finalisti

  • Le 10 mostre di agosto da non perdere a Bologna

  • Temporale improvviso nel gran caldo, alberi caduti e allagamenti

  • Alto Reno, fiume invaso da fango e morìa di pesci: "Una vergogna, c'è una valanga di acqua putrida. Stiamo cercando di capire cosa sia successo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento