Castel D'Aiano: 6 muli e una cavalla puliscono i sentieri della linea Gotica

Il sindaco: "La scelta di utilizzare i muli nasce dalla volontà di salvaguardare il territorio dai danni che avrebbero potuto fare mezzi meccanici"

Per quasi un mese 6 muli e una cavalla, di proprietà del mulaio Tiziano Ferrazza di Montale (Pistoia), partono in carovana dal "Centro Equestre Trekking Horse" di Castel d'Aiano per raggiungere un cantiere forestale a circa 30 minuti di cammino, nel bosco nei pressi di Torre Jussi. Qui  cominciano le operazioni di carico degli animali, pronti a ridiscendere verso il luogo di scarico dove li attende un operaio dell’azienda forestale, che carica poi  il legname su di un carro. Va avanti così fino a quando il carro non è carico, e i muli iniziano il percorso di rientro al maneggio dove potranno rifocillarsi dopo una giornata di lavoro con fieno e avena. E a questi operosi lavoratori è ovviamente garantita anche la pausa pranzo, con tanto di abberveratoio nel bosco.

"La scelta fatta dall’impresa incaricata della pulizia del bosco di utilizzare i muli nasce dalla volontà di salvaguardare il territorio dai danni che avrebbero potuto fare i mezzi meccanici -  spiega il sindaco Alberto Nasci - Una scelta che l’amministrazione comunale ha approvato in pieno e che speriamo possa essere replicata in futuro".

L’operazione di pulizia del bosco prevista dall’amministrazione comunale si concentra nella zona demaniale compresa tra le località Serra Sarzana e La Casona, un’area a forte vocazione turistica, visto che è attraversata dal percorso 160 della rete CAI, parte integrante del cammino della Linea Gotica. Il costo complessivo dell’intervento - che comprende anche attività di pulizia presso il Picco del Falco e la Casa delle Fate a cura della cooperativa La Pineta di Montese - si aggira intorno ai 130 mila euro, di cui circa 100 mila finanziati con un contributo europeo gestito dal GAL Appennino bolognese.

L’obiettivo è eliminare le piante secche, quelle pericolose o malformate, per favorire la diversificazione. Si opera inoltre per preservare castagni d’alto fuso di elevato valore storico paesaggistico, eliminando gli infestanti e gli alberi morti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non solo,  saranno ripristinati i sentieri interni all’area tramite il taglio della vegetazione infestante, cresciuta perché da anni quest’area non riceve manutenzione, la realizzazione di piccole opere di sistemazione del piano viabile e la realizzazione di punti di raccolta per le acque piovane. Lungo il sentiero è presente una piccola vasca di raccolta acque che verrà ripulita e messa in sicurezza. Infine, per completare la valorizzazione turistica, sarà installata cartellonistica e segnaletica, nonché una area di sosta con fontana, tavoli e un pannello illustrativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Liceo Galvani, lutto al rientro a scuola: è morto il prof Stefano Tampellini

  • Soccorsi all'alba in via Emilia Levante: nulla da fare per un ragazzo di 20 anni

  • Lo storico bassista di Vasco Rossi, Claudio Golinelli detto "il Gallo" ha subito un trapianto al fegato

  • Coronavirus nel bolognese, un caso a Longara di Calderara di Reno: "34 ragazzi in isolamento"

  • Via Matteotti, auto investe una bici e due pedoni: c'è anche una bimba

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento