Giovedì, 29 Luglio 2021
social

Un concerto del pianista Alexander Romanovsky per i pazienti di Oncologia del Sant’Orsola

Andrea Ardizzoni, primario di Oncologia medica del Sant’Orsola: "Ci sono studi che lo dimostrano, se un paziente oncologico è accolto in un ambiente migliore i risultati delle cure sono migliori"

Alexander Romanovsky, pianista russo di fama internazionale si è esibito davanti ai pazienti del Day Hospital di Oncologia del Policlinico Sant’Orsola di Bologna, per portare tutta la bellezza, l’armonia e gli effetti benefici della musica all’interno del reparto.  In occasione della “tappa bolognese” del suo tour, il pianista ha preso parte a una speciale iniziativa che ha visto la collaborazione del Varignana Music Festival e Fondazione Policlinico.

Infatti, parte del ricavato del concerto di Alexandra Dovgan, ospite della kermesse musicale nella serata di martedì 13 luglio, è stato donato per supportare la creazione di un impianto di filodiffusione nella degenza del Padiglione 2 dell’ospedale.

“Ci sono studi che lo dimostrano – spiega il Professor Andrea Ardizzoni, primario di Oncologia medica del Sant’Orsola – se un paziente oncologico è accolto in un ambiente migliore i risultati delle cure sono migliori. È una questione sostanziale per quello che noi facciamo qui”.

“Avere cura di chi vive un percorso terapeutico – spiega a sua volta il Presidente della Fondazione Sant’Orsola Giacomo Faldella – passa attraverso l’attenzione a tutta la persona, al suo corpo, ai suoi affetti, al desiderio di bellezza che accompagna sempre la vita di ognuno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un concerto del pianista Alexander Romanovsky per i pazienti di Oncologia del Sant’Orsola

BolognaToday è in caricamento