Dove fare un pic nic a Bologna

Quattro luoghi dove trascorrere qualche ora di relax

Il caldo si avvicina e tanti i posti dove fare un pic nic. Bologna infatti, ha tantissimi parchi e aree verdi dove poter trascorrere qualche ora lontano dal caos. In alcuni casi non è necessario prendere l'auto, perchè alcuni parchi sono immersi nel contesto urbeno.

Tra i tanti ne abbiamo selezionati quattro: luoghi unici, dove poter mangiare in mezzo a un prato purché si rispettino le regole ambientali di base, senza lasciare rifiuti, e fare anche lunghe passeggiate. 

Parco regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell'Abbadessa - Si tratta del più grande Parco carsico dell’Emilia-Romagna ed è situato sulle prime colline bolognesi. Comprende una fascia di affioramenti gessosi, che hanno dato vita ad un complesso carsico di estremo interesse, e i suggestivi Calanchi dell’Abbadessa. Al suo interno c'è anche un'area protetta, con strade e sentieri che consentono di avvicinare scenari di inaspettata bellezza, rupi rocciose denudate che si affacciano su grandi conche simili a anfiteatri naturali, angoli all’apparenza inaccessibili che nascondono ingressi di grotte, aspre dorsali calanchive che, come scuri monti in miniatura, interrompono dolci pendii argillosi.

Villa Ghigi - Il parco ha una superficie di quasi 28 ettari e si estende sui primi rilievi collinari immediatamente fuori Porta San Mamolo. Alterna aree coltivate ad aree naturali e offre la possibilità di tranquille passeggiate e splendidi panorami sulla città a poca distanza in linea d’aria dal centro. Aperto al pubblico nel 1975 e gestito dalla Fondazione Villa Ghigi dal 2004, per la sua varietà e buona naturalità rappresenta un campione rappresentativo del paesaggio collinare bolognese del quale consente di cogliere, in uno spazio relativamente limitato, aspetti molto diversi. E ha un vastissimo patrimonio botanico.

Dove fare paracadutismo a Bologna

Giardini Margherita - E' il parco più grande della città, tra Porta Castiglione e Porta Santo Stefano. Un'area molto frequentata,  inaugurato nel 1879L'estensione attuale è di 26 ha circa ed è ancora molto simile al disegno originario.

Parco Cavaioni: E' un parco dove prati e terreni coltivati si alternano a lembi boscati, e offre l’opportunità di gradevoli soste sull’erba e di tranquille passeggiate. I prati sono circondati da boschi misti e da arbusti. La vegetazione dei boschi è formata da cerro, frassino, carpino, peri selvatici. Divenuto di proprietà pubblica tra gli anni ‘60 e ‘70, ha una superficie di 38 ettari. L’ingresso avviene tramite un lungo viale di cipressi che conduce a Villa Selvetta, un edificio risalente ai primi decenni del ‘900.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Regionali Emilia Romagna, le Sardine festeggiano e escono di scena: "Non siamo nati per stare sul palcoscenico. E' tempo di tornare alle nostre priorità"

Torna su
BolognaToday è in caricamento