rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
social

Gambero Rosso, "Gelaterie d'Italia" edizione 2021: tre coni a tre gelatieri bolognesi

Un anno tra i più difficili per il mondo della ristorazione e per il turismo, ma "i gelatieri hanno studiato a fondo la situazione e proposto soluzioni ad hoc potenziando prima di tutto l’asporto". Ecco, secondo Gambero Rosso, i gelati più gustosi di Bologna

Tre coni a tre gelaterie bolognesi, Cremeria Santo Stefano, in via Santo Stefano, Cremeria Scirocco, in via Agostino Barelli, e Stefino, in via San Vitale, assegnati da Gambero Rosso nell'edizione 2021 delle "Gelaterie d'Italia". 

Un anno tra i più difficili soprattutto per il mondo della ristorazione e per il turismo, ma "i gelatieri hanno studiato a fondo la situazione e proposto soluzioni ad hoc - scrive Gambero Rosso - Potenziando prima di tutto l’asporto, fino a ora non sfruttato abbastanza, mettendo a punto vaschette a maggior tenuta, con separatori per gusti differenti, realizzate con materiali di scarto, per ridurre l’impatto ambientale e l’utilizzo della plastica. Si sono impegnati nella destagionalizzazione del prodotto, lavorando sodo sulla produzione di torte, semifreddi, celebrando grandi ritorni come quello dello zuccotto e delle golose mattonelle. Hanno prodotto grandi lievitati per le feste, dolci che hanno studiato con grande impegno e competenza tecnica. Hanno sfruttato il più possibile il tempo per ragionare ancora e ancora sulle bilanciature, sugli ingredienti di provenienza, con il fine ultimo di soddisfare il cliente in ogni aspetto, oggi più che mai. Perché sfumature a parte, ciò che non hanno mai smesso di fare è regalare un momento felice al cliente. Goloso, sano, intenso". 

La tendenza: un gelato sempre più goloso

"Caramello salato, caramello ad avvolgere mele, fichi, mandorle e stracciatella. E poi ancora cioccolato, crema e pistacchio al sale. Il tutto arricchito da preziosi comprimari come paste di meliga e biscotti krumiri. A rincarare la dose sono arrivati anche tiramisù e zuppa inglese, più che mai presenti in pozzetti e carapine. Gusti golosi, golosissimi, pensati per appagare al massimo il palato. Perché se con il gelato – oltre che con pane e pizza – ci si consola e ci si regala un momento di incredibile piacere (e infatti durante il lockdown asporto e delivery hanno conosciuto un boom senza precedenti), tutti i gelatieri hanno lavorato affinché ciò avvenisse al meglio. I grandi maestri hanno colto l’esigenza e sono andati a ritroso nella memoria riscoprendo, spesso, il piacere di lavorare su gusti antichi ma l’hanno fatto con nuova consapevolezza selezionando con pazienza certosina protagonisti e coprotagonisti (dal latte al cioccolato, dai biscotti alle nocciole, dal sale ai canditi) e valorizzando produttori di prossimità in nome di un gelato sì goloso ma anche sano e sostenibile. E hanno scoperto anche il piacere di 'sconfinare' nel mondo della pasticceria e della cioccolateria dando vita a intriganti mix e proficui scambi fra artigiani".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gambero Rosso, "Gelaterie d'Italia" edizione 2021: tre coni a tre gelatieri bolognesi

BolognaToday è in caricamento