rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
social

Ginevra Lamborghini, il bullismo e la solidarietà che manca (non solo in tv)

Squalificata la bolognese dopo le frasi feroci all'indirizzo di Marco Bellavia, che aveva confidato di star male. Così il tema della salute mentale approda in un reality e mostra tutta la 'miseria umana'. Quello che manca è la solidarietà. Nella casa del GF Vip, come fuori

Ginevra Lamborghini, sorella di Elettra e nipote del fondatore della casa automobilistica di Sant'Agata bolognese, è stata qualificata dal Grande Fratello Vip dopo aver detto a Marco Bellavia meritava di essere bullizzato. Una frase inneggiante il bullismo che non è andata giù nè al pubblico, nè agli organizzatori del reality e che è dunque valsa l'uscita dal programma della bolognese. 

Da parte della diretta interessata è arrivato un mea culpa, tardivo. "Io mi pento di quello che ho detto - ha detto Ginevra per giustificarsi dinnanzi ad Alfonso Signorini durante la puntata in diretta del GF Vip - Perché mi è uscita quella frase orrenda che mi rimangio e mi vergogno di aver usato? Perché lui ha avuto un atteggiamento offensivo nei miei confronti e ha invaso uno spazio privato e fisico senza consenso e questo mi ha turbata. Non stiamo parlando di palpeggiamenti però invadere lo spazio fisico si fa solo se c'è consenso. Non gliel'ho detto perché ho visto che lui stava provando a scusarsi. Quello che ha fatto è stato toccare in un modo che io non accetto e non apprezzo"

Parole annaffiate da copiose lacrime che però non sono bastate. "Il bullismo è un tema delicatissimo e importantissimo non da prendere sotto gamba, c'è gente che si è ammazzata, che si suicida che perde la ragione - ha detto Alfonso Signorini all'ereditiera - che è perseguitata, che crede di essere carnefice anziché vittima. Il bullismo è alla base di tante forme di violenza e le tue scuse non bastano. Mi ricordo del tuo provino quando mi hai detto che ti bullizzavano da adolescente. Io questa cosa la devo fare. Per tutte queste ragioni il grande fratello ti dice che sei ufficialmente squalificata dal gioco. Che serva a te e alla tua vita, è solo una lezione da portare a casa perché hai fatto la cosa più grave di tutti e non potevamo ignorarlo."

Ginevra ammette: "L'ho fatto senza accorgermene"

Era stato il ritiro dal programma di Marco Bellavia a provocare i primi rigurgiti di coscienza nella Lamborghini. Soprattutto dopo che la Regina di Roma , appassionata fan del GFVip, aveva atto arrivare forte e chiaro il pensiero della stragrande maggioranza dei telespettatori: "Siete degli schifosi e Ciacci è n’pezzo de me**a. Ginevra fai proprio schifo. Anzi fate tutti schifo. Cicci sei un verme" aveva urlato al megafono fuori dalla casa di Cinecittà la telespettatrice romana. "Secondo me fuori sta succedendo un casino. Secondo me Marco è stato male male male e non stiamo capendo" aveva detto nell'occasione Ginevra  che poi, parlando con Antonino, aveva ammesso: "L'ho fatto... Ho fatto quella cosa lì con la b... Senza accorgermi ho fatto bullismo con Marco". 

Elettra e Ginevra: il mondo dello spettacolo le ha divise e non le riunirà 

Il bullismo e la salute mentale. Gli psicologi: "Mancanza di solidarietà umana"

Nella casa più spiata d'Italia entra dunque il delicato tema del bullismo, che è alla base della squalifica di Ginevra dal programma nonchè dell'uscita di scena anche di Ciacci e della strigliata del conduttore ai concorrenti che, massicciamente, 'hanno bullizzato' Bellavia girandogli le spalle invece che tendendogli la mano allorquando ha palesato le proprie debolezze e necessità di sostegno.

Non solo. Altra delicata tematica sotto i riflettori del reality è stata proprio quella della salute mentale. Problematica che coinvolge l'ex concorrente Marco Bellavia - che proprio in tv aveva confidato di soffrire di attacchi di ansia e depressione - come tante persone nella vita reale. Sul caso è intervenuta anche la Società italiana di psichiatria (Sip), a gamba tesa. “Non solo indifferenza ma anche grave ignoranza, emblema di quello che succede molto diffusamente nella realtà e specchio della nostra società che stigmatizza le malattie mentali. Una lacuna gravissima se si considera che nel nostro Paese sono ben 4 milioni le persone con disagio psichico“. 

“Come sempre ciò che riguarda la salute e l’equilibrio mentale è visto come qualcosa di astratto, aleatorio e impalpabile, per cui non si comprende e si tende a non credere al grave e complesso disagio che si cela dietro a un disturbo psichico“, sottolineano Massimo di Giannantonio ed Enrico Zanalda, co-presidenti della Sip. Per gli esperti, quanto visto nella Casa è “mancanza di solidarietà umana, scarsa sensibilità e indifferenza anche difensiva per tenere lontano il dolore, che può essere spaventoso, di chi mostra la propria fragilità”. Nel mirino è finita in particolare la comica Gegia, accusata di essere stata molto dura con Bellavia nonostante sia iscritta all’Ordine degli psicologi. Che ha deciso di aprire un’istruttoria sul caso.

“Consideriamo anche grave – aggiungono dalla Società italiana di psichiatria – la superficialità e la mancanza di rispetto di coloro che hanno ammesso al gioco questo concorrente con gravi conseguenze sul suo stato psichico ed emotivo. Speriamo che non si tratti del solito tritacarne televisivo che usa storie di disagio per sfruttarne mediaticamente il dramma. Ci auguriamo che almeno quanto accaduto lasci traccia sull’opinione pubblica e sugli autori del programma, in un’ottica di avanzamento sulla conoscenza del disturbo mentale e della costruzione di una nuova sensibilità”, concludono di Giannantonio e Zanalda.

Ad ogni modo quello che sembra emergere da tutta questa vicenda è proprio tutta la nostra 'miseria umana'. Nella casa del GF Vip, come fuori d'altronde.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ginevra Lamborghini, il bullismo e la solidarietà che manca (non solo in tv)

BolognaToday è in caricamento