rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
social

La bolognese "I Wonder Pictures" alla Mostra di Venezia con 10 titoli

Inarrestabile la società di distribuzione felsinea: tre pellicole sono in corsa per il Leone D'Oro

La casa di distribuzione bolognese I Wonder Pictures è inarrestabile: presenterà alla 80a Mostra del cinema di Venezia dieci film. E' di ritorno , con successo, da l Locarno Film Festivalcon Critical Zone di Ali Ahmadzadeh (vincitore del Pardo d’oro) e di Do Not Expect Too Much From the End of the World di Radu Jude (Premio Speciale della Giuria del Concorso Internazionale). 

Tre dei 10 film saranno programmati nell’ambito del Concorso Internazionale per il Leone D'Oro. 

Il primo è THE BEAST (La Bête), nuova attesa opera di Bertrand Bonello con Léa Seydoux e George MacKay, romance liberamente ispirato al racconto La bestia nella giungla di Henry James. In un futuro prossimo in cui domina l’intelligenza artificiale e le emozioni sono considerate nocive, Gabrielle deve purificare il suo subconscio mettendo ordine in tutte le sue vite passate. Qui ritrova Louis, il suo grande amore. Ma l’idillio presto si spezza e si profila all’orizzonte il presentimento di una catastrofe.

Sempre in Concorso, il nuovo film della regista Orso d’Argento Małgorzata Szumowska, che torna alla regia con Michał Englert dopo il sorprendente Non cadrà più la neve, premiato a Venezia nel 2020. WOMAN OF (Kobieta Z…), sullo sfondo della trasformazione della Polonia nel passaggio dal comunismo al capitalismo, attraversa quarantacinque anni della vita di Aniela, raccontando il suo percorso alla ricerca della libertà come donna trans.

Il terzo titolo in corsa per il Leone d’Oro è HORS-SAISON di Stéphane Brizé con Guillaume Canet e Alba Rohrwacher. Lui attore affermato in cerca di un nuovo senso delle cose, lei insegnante di pianoforte dalla quotidianità serena ma banale, si sono amati una quindicina di anni fa e poi si sono persi. Si ritrovano per caso in una cittadina balneare dell’ovest della Francia, dove le rispettive malinconie riaccendono una fiamma che entrambi credevano ormai spenta.

In concorso nella sezione Orizzonti, EXPLANATION FOR EVERYTHING (Magyarázat Mindenre) ambientato nell’Ungheria di Orbán e diretto dal pluripremiato regista Gábor Reisz, racconta un esame di maturità che sfocia in scandalo mediatico. Sono tre le diverse prospettive da cui viene mostrata la vicenda: quella del padre nazionalista, quella del professore liberale e quella dello studente, per restituire il ritratto di un Paese (e di un Europa?) spaccato in due, dove nessuno sa o vuole comunicare apertamente con l’altro.

Sempre in Orizzonti, due le produzioni italiane che saranno poi portate in sala da I Wonder Pictures.

La prima è EL PARAÍSO, prodotta da Ascent film, Young Films con Rai Cinema, nuova opera di Enrico Maria Artale – già premiato a Orizzonti nel 2013 per Il terzo tempo –, con Edoardo Pesce, Margarita Rosa De Francisco, Maria del Rosario e Gabriel Montesi protagonisti di una vicenda che mescola relazioni familiari, irrisolti conflitti materni e crime all’italiana.

La seconda è il film d’animazione INVELLE, prodotto da Minimum Fax Media e dalla svizzera Amka Films Production, esordio nel lungometraggio del celebratissimo animatore Simone Massi, un racconto accorato e poetico sulla follia della guerra filtrata dagli occhi dell’infanzia attraverso tre differenti generazioni.

Fuori concorso sarà invece presentato il nuovo film di Cédric Kahn, MAKING OF, con un cast straordinario che include Denis Podalydès, Stefan Crepon e Jonathan Cohen, quest’ultimo in sala in autunno sempre con I Wonder Pictures come protagonista della commedia Un anno difficile di Olivier Nakache e Éric Toledano. Un famoso regista inizia a girare il suo nuovo film, un percorso che si rivelerà accidentato e pieno di ostacoli, sia professionali che personali. Joseph, una comparsa che ambisce a entrare nel mondo del cinema, accetta di girarne il dietro le quinte, immergendosi in tutto questo delirio produttivo e dimostrando così che a volte il making of di un film può essere persino migliore del film stesso.

Sempre Fuori concorso arriva MENUS PLAISIRS – LES TROIGROS, la nuova opera del maestro del documentario e del cinema d’osservazione Frederick Wiseman, che ci porta in Francia alla scoperta della famiglia Troisgros e dei suoi tre ristoranti stellati. Il film mostra la grande maestria, l’ingegnosità, la fantasia e il duro lavoro dello staff nel creare, preparare e presentare piatti di altissima qualità e la costante attenzione per la biodiversità e la lotta agli sprechi che è valsa alla catena – oltre alle ambite tre stelle Michelin – anche la Stella verde per le pratiche sostenibili.

Infine, come già precedentemente annunciato, I Wonder Pictures sarà alle Giornate degli Autori con due titoli.

L’INVENZIONE DELLA NEVE di Vittorio Moroni in sala dal 14 settembre, è un originale ed emozionante dramma familiare che rivela il selvaggio talento della sua protagonista Elena Gigliotti nel ruolo di Carmen, sola contro il mondo per avere la possibilità di riunirsi con sua figlia.

FRAMMENTI DI UN PERCORSO AMOROSO di Chloé Barreau è un viaggio sorprendente nella memoria in cui testimonianze intime e immagini private si mescolano per svelare i percorsi universali del sentimento amoroso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bolognese "I Wonder Pictures" alla Mostra di Venezia con 10 titoli

BolognaToday è in caricamento