Monte delle Formiche: il 'volo nuziale' di sciami d'insetti atteso ogni anno

Un luogo suggestivo, dove avviene un fenomeno che nel tempo ha dato vita a storie e tradizioni locali...

Monte delle Formiche / Foto Associazione Parco museale Val di Zena

A una trentina di chilometri a sud di Bologna, tra la valle dell'Idice e la Val di Zena c'è il Monte delle Formiche: una vetta che prende il nome da un fenomeno naturale che si verifica ogni anno, e che nel corso del tempo ha attirato tantissimi studiosi e curiosi.

Qui infatti, ai primi di settembre  migrano a sciami dal centro dell'Europa i maschi delle formiche alate (Mirmyca Scabrinodis)  per compiere quello che viene definito 'volo nuziale'.

Il fenomeno

Le formiche si accoppiano, e poi vanno a morire in una zona precisa del monte, nei pressi del santuario. Nelle prime settimane di settembre, nuvole di insetti arrivano tutte insieme e a sciami poi si spostano consapevoli che la loro vita sta giungendo al termine. Un fenomeno ancora non chiaro dal punto di vista scientifico.

La tradizione popolare ha associato a questo fenomeno l'8 settembre, giorno della festa della Madonna, dando anche una valenza quasi miracolosa, una specie di omaggio alla Beata Vergine. Non a caso, durante la festa nel parco davanti alla chiesa, così come riportato sul sito montedelleformiche.it , sono state sempre raccolte su teli bianchi, benedette e distribuite ai fedeli dentro a sacchetti per portare fortuna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il santuario

Il monte è un rilievo del medio Appennino bolognese, tra Pianoro e Monterenzio, e qui sorge un santuario, dove sotto l'immagine della Vergine c'è  un distico latino che recita "centatim volitant formicae ad Virginis aram quo que illam voliant vistmae tatque cadunt" : ansiose volano le formiche all'altare della Vergine, pur sapendo che ai suoi piedi moriranno.

Bologna non ha il mare, ma qui vive una balena bianca: ecco la sua storia curiosa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Saggezza popolare: i proverbi più amati dai bolognesi

  • Prezzi case a Bologna: la mappa zona per zona

  • No malattia lavoratori di Medicina, il sindaco: "Poca attenzione del Governo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento