menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle suggestive esposizioni

Una delle suggestive esposizioni

Castel D'Aiano è terra di presepi: la guida alle esposizioni

Nel capoluogo e frazioni è possibile vedere raffigurazioni di paglia, moderne o meccaniche...

Inaugurato il presepe meccanico di Villa d’Aiano, una tradizione che va avanti da circa 40 anni, con un'apertura anticipata rispetto al passato per favorire le visite dei turisti. E Castel d’Aiano si conferma terra di presepi: il piccolo centro sull’Appennino bolognese infatti da anni ospita diverse rassegne dedicate a queste espressioni artistiche di devozione popolare.

Nel piccolo borgo medievale di Sassomolare sono già stati allestiti una cinquantina di presepi che rallegrano le vie del paese: da alcuni anni infatti un gruppo di appassionati trasforma il borgo in una esposizione a cielo aperto. La signora Luisa Venturini, una delle promotrici di questa iniziativa, spiega che si tratta di una tradizione relativamente recente, visto che sono 4 anni che si allestiscono questi presepi, con una mostra che cresce di anno in anno. «Per la maggior parte si tratta di presepi tradizionali» spiega la signora Luisa «ma non ci manca la fantasia: abbiamo un presepe fatto con i gusci di lumache, uno fatto di paglia, uno modellato con le cialde di caffè». Tutti sono liberamente visitabili ad eccezioni di quelli ospitati nella chiesina che si possono ammirare nei week-end.

A Villa d’Aiano (altra frazione comunale) c'è invece il presepe meccanico. Una rappresentazione che ha più di quarant’anni di storia, e di solito veniva aperto la vigilia di Natale ma ques'anno, grazie all'impegno di Proloco e volontari, è stato aperto prima per permettere a tutti di visionarlo. Ringraziamenti a Eden Boriani, Gianni Martinelli e Vincenzo Crecca, al lavoro con cavi elettrici e macchinari per ricreare la magia del presepe, che negli anni è diventato più tecnologico, con alcuni video che sostituiscono i tradizionali scenari imbiancati. Le statue in cartapesta, in parte statiche e in parte animate dagli infaticabili elettricisti, riempiono una casetta di legno di una decina di metri che sarà visitabile dalle 10 alle 18 fino al 6 gennaio. 

Il giro della terra dei presepi dal 24 dicembre al 6 gennaio, può poi concludersi con la visita al presepe artistico del capoluogo Castel d’Aiano, visitabile dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 19, quello nelle grotte di Labante aperto i prefestivi dalle 15,30 alle 17 e quello di Rocca di Roffeno in chiesa, visitabile dopo le celebrazioni eucaristiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Sanremo: lutto per Ignazio Boschetto de Il Volo

social

L'Oroscopo di marzo segno per segno: ecco cosa prevedono gli astri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento