La 'Sala dello Zodiaco' a Palazzo Rosso: un luogo unico, in stile liberty

Un edificio oggi utilizzato come sede della biblioteca comunale, sala del Consiglio, e che ospita spesso attività culturali, a ingresso libero

Palazzo Rosso / Foto Comune Bentivoglio

In via Marconi a Bentivoglio si erge Palazzo Rosso, tra i più noti esempi di  stile 'Liberty bolognese'. Un edificio che fu fatto edificare dal Marchese Carlo Alberto Pizzardi nel 1887 come abitazione padronale, con decorazioni realizzate da Achille Casanova, raffiguranti ambientazioni tipiche della locale zona palustre.

Un luogo tutto da scoprire, e spesso si è con il naso all'insù per cercare di cogliere ogni dettaglio che ci circonda. Tra i capolavori presenti il salone che dà sulla loggetta, la "Sala dello Zodiaco".

Come spiegato sul sito del Comune di Bentivoglio: "Articolata la decorazione del salone che dà sulla loggetta, dove è rappresentata la vita animale e vegetale nella valle del Bentivoglio. Si tratta della famosa Sala dello Zodiaco, realizzata tra il 1896 ed il 1897 da Augusto Sezanne, in cui si esprime come in nessun altro luogo nel bolognese, la maturità di un linguaggio artistico internazionale: il Liberty trova in questa sala la sua migliore declinazione nordica e numerosi sono i particolari che rimandano alla conoscenza dell'arte giapponese, evidente soprattutto nella fauna acquatica. Se nel resto dell'edificio è la decorazione floreale a predominare, è qui il trionfo della complessità della rappresentazione capace di integrare elementi vegetali, animali e simbologie celesti: su uno zoccolo dipinto cui dovevano essere addossati divani e mobilio, si ammirano pesci, anguille e tartarughe che nuotano tra le alghe, mentre oltre il livello dell'acqua si innalzano alte canne palustri sulle quali volano stormi di anatre. Oltre questo comparto naturalistico vi è la rappresentazione della fascia dello zodiaco, da cui la sala prende il nome, con alcune costellazioni; e sopra a queste vi è la rappresentazione delle fasi lunari  e del globo terrestre unite alla stilizzazione del Sole, rappresentato coi soli raggi di un intenso colore rosso".

Un luogo oggi utilizzato come sede della biblioteca comunale (che conta circa 12000 volumi catalogati e possiede una buona bibliografia sul territorio e la tradizione locale)  sala del Consiglio, e ospita spesso attività culturali.

Info e visite

L'ingreso è libero. Orario martedì, giovedì e venerdì 14-19, e mercoledì 9 -14 e sabato 9-12. 

Giorni di chiusura: domenica (escluse le aperture per mostre e manifestazioni), lunedì, festivi (25 dicembre, 1 gennaio, domenica di Pasqua, 1 maggio) e agosto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus, bollettino: 10.054 casi positivi (+800) in Regione. Altri 17 morti in provincia di Bologna

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 29 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

  • Coronavirus: autocertificazione, ecco il nuovo modello. Scaricalo qui

  • Cornavirus Emilia-Romagna, bollettino 27 marzo: contagi +772, altri 93 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento