menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro Montanari, sputi ai passanti e minacce: 'Tutti i giorni stessa storia'

Segnalazione dalla zona, dove alcuni residenti sono preoccupati per un gruppo di minorenni che si arrampicano pericolosamente sui tetti e infastidiscono i passanti

Il loro "posto" è il balconcino più alto di una scala antincendio che sovrasta, sul retro della sede del Quartiere Navile, il Centro Sociale Montanari, con accesso da via Carlo Cignani: sono un gruppetto di cinque o sei ragazzini sui tredici o quattordici anni che ogni giorno dopo la scuola si ritrova per stare insieme. E fin qui, tutto nella norma, o quasi, vista la location.   

"Salti dall'alto e passeggiate sui tetti, atteggiamento spavaldo e nessun rispetto per gli adulti che anzi, minacciano senza problemi"

Il ballatoio della scala antincendio, che di fatto non dovrebbe essere utilizzato per sostarvi ma solo per un utilizzo in caso di emergenza, serve al gruppetto di ragazzini per lanciarsi di sotto con dei balzi di diversi metri che vengono ripresi con i cellulari, per raggiungere i tetti dell'edificio e fare parkour, ma anche per sovrastare i passanti e far spesso loro scherzi ben poco simpatici: "Lo fanno praticamente ogni giorno e l'ultimo episodio di prepotenza al quale ho assistito è stato uno sputo rivolto a una mamma che usciva dal centro con la sua bambina dopo aver seguito un corso - racconta una residente che spesso porta il suo cane nel giardinetto - Viste le risposte che lanciano quando qualcuno dice loro qualcosa c'è anche da avere dei timori. Naturalmente c'è preoccupazione anche per la loro stessa sicurezza: cosa direbbero i loro genitori se sapessero che fanno salti e acrobazie a metri da terra?". 

Le minacce: "Vecchio, muori. Se mi tocchi vai in galera"

Queste alcune delle risposte ad alcuni rimproveri dei gestori del centro, che in una occasione (circa 20 giorni fa) sono stati costretti a chiamare anche i Carabinieri dopo che delle tegole erano state gettate per terra dal tetto più basso (quello raggiungibile dal ballatoio): "Sono davvero solo dei ragazzini, come lo siamo stati tutti. Spaventa però questo atteggiamento irrispettoso e aggressivo che hanno nei confronti degli adulti nonostante abbiano torto e poi c'è la questione sicurezza: quella scala chiaramente deve rimanere libera, ma ci vorrebbe almeno un cartello che spiegasse che non è accessibile" dicono dal Centro Montanari. 

Episodi particolari o danneggiamenti?  "Nulla di davvero grave, ma comunque i bidoni del vetro rovesciati, spazzatura e cartacce lasciate cadere dall'alto, un idrante srotolato e abbamdonato nel parco e così via. Un sasso lanciato sulla nostra porta dopo un rimprovero: lo segnalo anche se le due cose potrebbero tranquillamente non avere alcun nesso. E poi le frasi pronunciate quando è capitato di dir loro qualcosa: 'muori vecchio', 'non puoi toccarmi perchè se no vai in galera'". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento