← Tutte le segnalazioni

Altro

Fusione Granarolo/Castenaso, Informazione o propaganda?

Sono iniziate le danze. Ad oggi si sono già svolti 5 incontri pubblici, organizzati dalle amministrazioni, sia di Granarolo che di Castenaso, per informare e ascoltare i cittadini. Insomma… dire che incontrano i cittadini è un eufemismo! Al primo incontro erano presenti circa 5 cittadini, al secondo incontro circa 15, il resto dei presenti erano amministratori dei due comuni, oltre ad alcuni addetti ai lavori, e così anche per gli altri incontri. Sapete come hanno chiamato questi incontri? “Assemblee Pubbliche Partecipate”. Ma in realtà di partecipato non hanno nulla, io li definirei monologhi, “pro-fusione”. Durante queste assemblee, utilizzano delle diapositive, con l’intento di spiegare i risultati dello studio di fattibilità. A mio dire gli amministratori “pro-fusione”, danno una lettura di parte del suddetto studio, il quale, in realtà non aiuta molto a capire se questa fusione è utile per i cittadini o no. Lo studio effettuato dalla SPISA, è una relazione di circa 150 pagine, in gran parte delle quali si trova l’analisi economico/sociale dei due comuni, con dati ovviamente a conoscenza degli amministratori, che, messi a confronto, in buona parte, danno come risultato un semplice esito matematico. Oltretutto viene sbandierata la cifra di circa 2 milioni di euro l’anno, (per dieci anni) che lo Stato darebbe al “nuovo comune” che porta a compimento la fusione, ma, “dimenticano” di dire che questi soldi dovranno essere stanziati dallo Stato ogni anno, e sappiamo tutti quanta certezza ci può essere negli stanziamenti dello Stato, con questa durissima crisi economica. Negli ultimi incontri, addirittura i suddetti amministratori “pro-fusione”, si sono spinti a dire che sono in difficoltà ad amministrare, strano è, che fino a pochi giorni fa, si vantavano di un bilancio positivo, dato dal fatto che il nostro comune era ben amministrato, e che nel territorio era tutto seguito a dovere. Mistero della fusione… Inizialmente ero solo molto perplesso riguardo la fusione Granarolo/Castenaso, dopo un incontro/confronto con un consigliere del comune di Valsamoggia, e varie sedute delle Commissioni consiliari temporanee Castenaso/Granarolo, mi sono convinto che la fusione non è assolutamente un vantaggio per i cittadini. La conferma l’ho avuta partecipando alle assemblee pubbliche, nelle quali si assiste ad una continua lettura di parte di questa eventuale fusione. Inoltre durante i pochi interventi che ci consentono di fare a noi del “NO FUSIONE”, vengono spesso interrotti da piccoli scontri verbali, che nulla hanno a che vedere con l’informazione relativa alla fusione Granarolo/Castenaso. Concludo dicendo, che la nostra presenza a queste assemblee pubbliche partecipate, avrebbe più senso logico e democratico, solo se potremmo avere lo stesso tempo che hanno i sostenitori del pro-fusione, per spiegare anche noi, i motivi del nostro No alla Fusione. Consigliere Comune di Granarolo Giuseppe Minissale

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Anche Galliera è in fase di decollo, non ne vuole mezza...

  • Concordo : No assoluto alla fusione dei comuni, avremmo come sempre da rimetterci noi, (i cittadini) Notizie che circolano in rete da tempo danno tantissimi comuni interpellati per il NO ad eventuali fusioni tra di loro. Mi chiedo allora: A chi fanno gola tutti questi soldini eventualmente stanziati? Ai sindaci...Sicuramente, e anche alle cooperative, alcune all'ingrasso da tempo..

    • Se cambi non puoi più tornare indietro, chi lo ha fatto ha avuto subito l'aumento delle tasse Tari e meno servizi.. Non fatevi abbindolare da queste sirene.

Segnalazioni popolari

Torna su
BolognaToday è in caricamento