social Bentivoglio

Simona Ventura e Giovanni Terzi sposi: il fatidico 'sì' davanti al governatore Bonaccini

Il matrimonio della presentatrice tv bolognese al Grand Hotel di Rimini. Il vestito della sposa e le promesse d'amore: come è andata la cerimonia

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Simona Ventura e Giovanni Terzi sono marito e moglie. La coppia si è sposata sabato, 6 luglio, al Grand Hotel di Rimini, alla presenza di circa duecento invitati che hanno assistito al rito. Come racconta RiminiToday, il fatidico “sì” i neosposi lo hanno pronunciato davanti al presidente uscente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini: “Simona e Giovanni, in nome della legge, vi dichiaro uniti in matrimonio”, ha pronunciato il governatore prima dell’atteso bacio che suggella un amore nato sei anni fa. L'account social del settimanale Chi ha pubblicato le prime immagini dell'evento, mostrando alcuni video che bene restituiscono l'emozione della coppia e dei presenti.

Il vestito di Simona Ventura

Dopo la grande festa a Milano con un migliaio di invitati nei giorni scorsi, stavolta ad attendere la sposa, 59 anni originaria di Bentivoglio nel bolognese, c’era un numero più contenuto di persone, circa duecento. Simona Ventura è arrivata nel grande giardino dell'hotel allestito con un lungo tappeto bianco e fiori colorati accompagnata dal padre Rino. Elegantissimo e lontano dalla convenzione l'abito indossato: un completo bianco caratterizzato da un corpetto scollato, cinta gioiello e maniche trasparenti, indossato con pantaloni che, insieme allo strascico, hanno creato un tutt'uno perfetto, in pieno stile 'Ventura'. Questo sarà solo il primo degli abiti che la sposa indosserà oggi: "Non voglio essere sobria, non è da me. Essendo donna di spettacolo, voglio essere spettacolare" aveva anticipato insieme al dettaglio di diversi cambi nel corso della serata.

Le lacrime durante le promesse nuziali

In un'altra clip si mostra la lettura delle promesse nuziali degli sposi, emozionatissimi l'uno davanti all'altra, di fianco ai testimoni Milly Carlucci per lei e Marco Di Terlizzi per lui. "Ti amo perché alla cena che ci ha fatto incontrare le nostre anime si sono riconosciute", le parole di Simona che hanno dato il via al lungo elenco dei motivi che l'hanno fatta innamorare di Giovanni: "Ti amo perché dal momento che sei entrato nella mia vita mi hai preso per mano e mi hai portato fuori dalle sabbie mobili dove mi ero impantanata...". A quel punto l'emozione ha fatto incrinare la voce alla sposa: "Neanche facessi questo lavoro…", ha scherzato tra le risate dei presenti. E ancora: "Ti amo perché non c'è ostacolo che non riusciamo a superare insieme. Ti amo perché anche se non ho mai letto un tuo libro non me lo fai pesare.... Ti amo perché come dice il nostro amico Jova (il cantautore Jovanotti, ndr) 'hai preso la mia vita e ne hai fatto molto di più. Per questo e altri milioni di motivi ti amo e oggi ti sposo". Commosso lo sposo che, dopo aver ascoltato il discorso di Simona, ha preso la parola per esprimerle la reciprocità dei suoi sentimenti. La giornata prosegue ora con un party che continuerà a celebrare con amici e parenti la felicità di un grande amore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simona Ventura e Giovanni Terzi sposi: il fatidico 'sì' davanti al governatore Bonaccini
BolognaToday è in caricamento