rotate-mobile
social Crevalcore

Tradizioni del Venerdì Santo, i "Pulécc" di Crevalcore | FOTO

Diventati ‘prodotto’ a Denominazione Comunale d’Origine. Usati per la prima volta il 17 aprile 1840, dal Venerdì Santo del 1994 sono tornati nella Processione del Cristo morto

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Sono le sagome di legno portatorce, diventate ‘prodotto’ a Denominazione Comunale d’Origine (De.Co.) del Comune di Crevalcore. Sono i "Pulécc" -  pulicchi - usati per la prima volta il 17 aprile 1840, secondo la testimonianza di Gaetano Frabetti: "L’anno 1840, alli 17 aprile in occasione che succes(s)e la funzione del Venerdì Santo fu fatta una luminazione da certi particolari del paiese per tutta la contrada col far tanti bamboci di abete da porvi sopra le brac(c)ie una torcia ogni braccia, dove essi servano anche per le altre feste. Il numero sono in tutti N. 200". 

Dal Venerdì Santo del 1994 sono tornati nella Processione del Cristo morto, sono sessanta, dipinti su entrambi i lati: “Siamo consapevoli che i Pulécc’ rappresentano una peculiarità della nostra tradizione e che sia perciò importante valorizzarla e farla conoscere, per diventare anche un elemento di attrazione per il turismo religioso e non solo. Voglio ringraziare – ha detto il sindaco Marco Martelli –  tutti gli storici locali e quanti si prodigano per custodire la nostra storia come anche i volontari che dei Pulécc’ si sono presi cura fino a ora”.

I Pulecc a Crevalcore

LA DE.CO. BOLOGNA

A novembre 2020 il Comune di Bologna ha deciso di istituire la propria Denominazione Comunale (De.Co.), al fine di censire e valorizzare le attività e i prodotti agro-alimentari del territorio e come strumento di promozione dell’immagine di Bologna.

E' stato contestualmente approvato il Regolamento per la tutela e la valorizzazione dei saperi, delle attività e delle produzioni agro-alimentari tipiche locali e tradizionali.

Le segnalazioni inerenti prodotti, manifestazioni, attività e saperi da iscrivere nel registro o nell'albo De.Co. Bologna possono essere proposte da chiunque ne abbia interesse.
La De.Co. Bologna è estesa ai prodotti agroalimentari e alle attività tradizionali di tutto il territorio metropolitano che possono essere segnalati solo dalle Amministrazioni comunali di riferimento.

Questi sono i prodotti e i saperi della tradizione bolognese che hanno ricevuto il marchio di Denominazione Comunale d’Origine da parte del Comune di Bologna e che si distinguono nel panorama delle eccellenze locali.

Per riportare eventuali casi di irregolarità o violazioni dei disciplinari relativi ai prodotti De.Co. da parte delle attività iscritte al registro, vi invitiamo gentilmente a scrivere all'indirizzo e-mail: deco@comune.bologna.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tradizioni del Venerdì Santo, i "Pulécc" di Crevalcore | FOTO

BolognaToday è in caricamento