Lavoro

Il contest di Adecco e Sevel premia gli studenti con un workshop in azienda

9 gli istituti tecnici di Abruzzo e Molise coinvolti nella finale, con una giuria d'eccezione

Si è tenuta venerdì 28 maggio la finale di Talent Factor for Sevel, il contest ideato da Sevel, azienda leader a livello europeo nella produzione di veicoli commerciali, insieme ad Adecco. L’iniziativa ha coinvolto numerosi istituti tecnici di Abruzzo e Molise, selezionandone 9 per la finale. Obiettivo? Sviluppare un progetto di industrializzazione reale in grado di far emergere i singoli talenti, orientato allo sviluppo di competenze tecniche e Soft Skill.  

Il premio - un workshop presso la Sevel Plant Academy e la possibilità di seguire sessioni di coaching personalizzate organizzate da Phyd, la Digital Platform di The Adecco Group - è stato aggiudicato dall’IIS Alessandrini Marino di Teramo, con il progetto dal forte impatto innovativo, realizzabile in termini di concretezza e, soprattutto, scalabile.

Gli istituti coinvolti

Il contest finale ha messo a confronto tutti gli istituti tecnici coinvolti: IIS Da Vinci De Giorgio di Lanciano, IIS Enrico Mattei di Vasto, IIS Alessandro Volta di Pescara, IIS Luigi di Savoia di Chieti, IIS Ettore Majorana di Termoli, ITIS Leonida Marinelli di Agnone, IIS Amedeo D’Aosta di L’Aquila, IIS Ettore Majorana di Avezzano e IIS Alessandrini Marino di Teramo.

Un numero importante di studenti coinvolti - a distanza, a causa del momento storico eccezionale - che, come ha dichiarato Andrea Malacrida, Country Manager Italia di The Adecco Group “hanno avuto l’opportunità di lavorare a progetti che possono rappresentare la loro porta d’ingresso al mondo del lavoro. È quello che tutti noi auspichiamo essere il futuro del mondo del lavoro, basato sulle reali esigenze e sui sogni dei ragazzi. Per noi è un sogno che si realizza, grazie all’importante partnership con Sevel, che va avanti da oltre 20 anni”.

I progetti

Gli studenti coinvolti - 180 per la precisione - sono stati divisi in 18 gruppi di lavoro e seguiti da tutor aziendali di Sevel. Tutti i Project Work coinvolti nell’iniziativa sono stati sviluppati su più campi per sfruttare le capacità degli studenti a 360°: dalla parte accademica allo sviluppo di un progetto classico, fino all’utilizzo di contenuti innovativi grazie all’applicazione di robot.

Tra impianti 3D, uso di robot, tubi solari e un occhio sempre rivolto alla riduzione dei consumi, tutti i progetti si sono caratterizzati per una grande partecipazione degli studenti grazie al supporto costante di due tutor per istituto.

“Notevole la qualità tecnica dei progetti presentati” afferma Angelo Coppola, Plant Manager di Sevel. “Ma ciò che ha colpito di più è stata la passione e l’entusiasmo con cui gli studenti si sono messi alla prova. Sevel è consapevole dell’importanza di contribuire alla crescita delle future generazioni puntando a progetti che rafforzino il legame tra azienda e scuola. Attraverso Talent Factor, gli studenti hanno avuto la concreta possibilità di confrontarsi con il mondo del lavoro entrando nelle dinamiche tipiche di un impianto produttivo dove caratteristiche quali impegno, ambizione e curiosità fanno la differenza”.

L'istituto vincitore

La giuria tecnica, composta da Dario Nizza (Adecco), Gerardo Gorrasi (Adecco), Daniele Marcocchia (Adecco), Raffaele Trivilino (Polo di Innovazione Automotive), Paolo Raschiatore (ITS Sistema Meccanica), Andrea Corsini (Sevel) e Pierluigi Beomonte Zobel (Università degli Studi dell’Aquila) ha valutato la fattibilità tecnica ed economica dei progetti, oltre alle naturali criticità date da un lavoro costante a distanza, e ha deciso di premiare l’IIS Alessandrini Marino di Teramo. Un team composto da 11 studenti, supportato da 4 docenti e coordinato da 2 tutor di Sevel. Il progetto si è focalizzato su due aree: l'individuazione degli interventi di manutenzione di un impianto e la gestione e la loro risoluzione, attraverso sistemi modulari di ultima generazione.

“La gioia è immensa” ha commentato il team vincitore “ci abbiamo messo tanto impegno, sono stati 3 lunghi mesi di lavoro a distanza e di grande partecipazione, e ne è valsa la pena. Facciamo i complimenti anche tutte le altre scuole che hanno partecipato e ringraziamo Adecco e Sevel per la grande opportunità”. “Siamo molto contenti che i ragazzi abbiano speso tante ore di impegno, tra modellazione 3D e idee innovative. Ringraziamo anche i professori che ci hanno supportato nel percorso”.

Un grazie sentito è arrivato anche dalla preside dell’Istituto: “Quando la scuola funziona è premiante anche la presenza delle aziende del territorio. Questo ne è un bellissimo esempio”.

Una decisione che guarda al futuro

Non solo: durante la premiazione Adecco ha deciso, con grande stupore ed entusiasmo di tutti gli studenti, di mettere a disposizione un percorso di coaching dedicato per tutte le classi coinvolte nella finale. Una decisione che guarda al futuro dei giovani in modo lungimirante e, soprattutto, pratico.

Michela Santonastaso, Academy & Education Manager Divisione Onsite di Adecco ha dichiarato: “Siamo felici di aver dato l’opportunità agli studenti coinvolti di poter lavorare a un progetto concreto durante l’anno scolastico, sviluppando competenze e creatività, attraverso momenti di interazione con il mondo del lavoro. Al di là della vittoria effettiva, siamo comunque consapevoli che il valore e la ricchezza del contest risieda nell’aver dato l’opportunità ai giovani di mettersi alla prova, farsi conoscere da una realtà importante per il territorio locale e avvicinarsi concretamente al mondo del lavoro: un ponte tra azienda e scuola che testimonia l’impegno di Adecco nei confronti dei giovani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il contest di Adecco e Sevel premia gli studenti con un workshop in azienda

BolognaToday è in caricamento