pagamenti-digitali

Acquistare e risparmiare: i 5 modi per ottenere il Cashback di Stato

L'iniziativa del Governo ha incuriosito tante persone, ecco come funziona e come si può risparmiare

Acquistare e fare shopping piace a tutti, è un’attività rilassante e fa bene all’umore, inutile negarlo! Se poi c’è il risparmio, ancora meglio: spesso alla momentanea euforia di avere l’oggetto del desiderio, si accompagna qualche ripensamento. Non c’è però da preoccuparsi, il Cashback di Stato evita tutti questi sensi di colpa.

Con questa modalità di rimborso si può avere indietro il 10% di quello che si è speso, fino ad un massimo di 150€ a semestre. Grazie alle app di pagamento digitale ottenerlo è semplice e veloce, un motivo in più per concedersi qualche spesa extra senza problemi!

Come risparmiare con il Cashback

La possibilità di risparmiare fa gola a tanti e il Cashback è l’occasione giusta per farlo, ma per sfruttare al meglio questa opportunità ci sono dei modi per ottenere il massimo.

Vending machine

Ormai sono ovunque, nelle stazioni della metropolitana come negli uffici: le vending machine sono i distributori automatici che permettono di concedersi un piccolo sfizio come snack e bibite, ma non solo. I distributori sono anche quelli che consentono di acquistare prodotti farmaceutici o le fototessere per i documenti.

Ad esempio Satispay permette di inquadrare il QR Code, selezionare l’importo, scegliere il prodotto e in automatico l’acquisto viene registrato. Le vending machine sono perfette per sfruttare al massimo il Cashback perché si possono effettuare più transazioni e questa modalità di rimborso premia la frequenza degli acquisti.

Farmacie

Cosmetici per avere un look impeccabile, integratori per il giusto carico di energie, prodotti per prendersi cura dei bambini, e farmaci da banco: il benessere e la cura della persona sono diventati fondamentali. Le farmacie sono il luogo in cui è possibile trovare tutto quello di cui si ha bisogno per stare bene con sé stessi e avere anche dei vantaggi a livello economico.

In generale, quando si fanno acquisti in farmacia e si presenta il codice fiscale si ottiene una detrazione del 19% sui medicinali, esclusi prodotti di cosmetica, parafarmaci e integratori alimentari. Il rimborso fiscale si riferisce alla parte di spesa che supera i 129,11 euro: al di sotto di questo limite non è prevista alcuna detrazione. Oltre a questa opportunità, i pagamenti digitali aggiungono quella del cashback per un’esperienza di acquisto semplice e veloce.

Consegna e ritiro

Con il poco tempo a disposizione e gli impegni, riuscire a fare la spesa è diventato sempre più difficile, inoltre, dopo una lunga giornata di lavoro non sempre si ha voglia di cucinare. Per non avere il frigo vuoto e concedersi la meritata cenetta è possibile sfruttare al meglio li pagamenti digitali e avere nello stesso tempo il rimborso.

Ad esempio Satispay garantisce il servizio di “Consegna a domicilio” e “Ritira in negozio”: tramite l’app si seleziona una delle due categorie e si visualizzano i negozi che offrono questa possibilità. Quindi con un tap si apre la scheda del negozio in cui si vuole comprare, scegliendo tra la consegna degli acquisti direttamente a casa oppure il ritiro presso l’attività commerciale. Dopo aver inserito tutte le informazioni richieste, si contatta il negozio e si invia l’ordine. Poi non rimane che aspettare la conferma dell’ordine e attenderlo a casa o ritirarlo. Questo servizio permette all’esercente di incassare il pagamento come negozio fisico e non viene considerato una transizione online, quindi dà diritto al Cashback di Stato.

Liberi professionisti

A tutti è successo di aver bisogno di un idraulico per un tubo rotto, di un taxi per raggiungere un posto in poco tempo o di un artigiano per un lavoro in casa. Può però capitare di non avere il denaro contante o che non ci sia il Pos per il pagamento. Le app di pagamenti digitali risolvono questi problemi: non solo permettono di saldare il conto velocemente, ma è possibile ottenere il 10% di rimborso perché queste spese rientrano tra quelle dell’iniziativa statale.

Bollettini e ricariche

Ci sono poche certezze nella vita, tra queste l’urgenza di pagare multe e bollettini, ma con la possibilità di pagare in maniera digitale e avere un rimborso, si spende a cuor più leggero! Recandosi nelle tabaccherie o nei punti vendita specializzati, questi pagamenti, ma anche quelli delle ricariche telefoniche, consentono di sfruttare il rimborso statale e di uscire dal negozio più soddisfatti.  Inoltre, alcune catene della GDO e farmacie stanno cominciando ad adottare soluzioni innovative per accettare il pagamento di bollettini direttamente in cassa. Questo è possibile anche grazie a soluzioni come Connect, l’interfaccia tecnologica sviluppata da Satispay che permette ad alcuni esercenti di accettare il pagamento di bollettini tramite il loro sistema di cassa.

Il Cashback di Stato fa quindi andare d’accordo spesa e risparmio sia quando ci si reca in negozio che quando si utilizzano le app di pagamento digitale ed è la soluzione ideale per chi non riesce a resistere agli acquisti!

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Come donare in modo smart

  • Winelivery, l’enoteca a portata di smartphone

Torna su
BolognaToday è in caricamento