Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come si viaggia in fase 2: a bordo di un autobus Tper a Bologna | VIDEO

Monitoraggio costante del flusso di passeggeri, posti alternati, biglietti elettronici, segnaletica a bordo e alle fermate

 

Carichi adeguati sui bus e linee monitorate a largo raggio: riparte così la fase 2 del trasporto pubblico locale a Bologna. Anche oggi, secondo giorno della fase 2, le condizioni di viaggio sugli autobus in città sono in linea con quanto richiesto dall'attuale fase di gestione dell’emergenza sanitaria; posti a sedere contingentati a scacchiera, segnalamento delle distanze a terra alle fermate, biglietti elettronici, area del guidatore transennata, porta anteriore chiusa e numero ridotto di passeggeri.

Su questo punto, fondamentale, Tper è al lavoro costantemente per monitorare le linee dei bus così da poter intervenire nel caso in cui il flusso dovesse superare il carico consentito. In quel caso, spiegano dall'azienda, si effettuano corse supplementari disponendo autobus bis, come già avvenuto il 4 maggio con tre corse aggiuntive della linea 97 (ore 5.20, 5.40 e 6.00 da Bologna in direzione di San Giorgio di Piano) e una della linea 91 delle 6.50 da Bologna alla zona industriale del Lippo di Calderara).

Come nei giorni scorsi, il servizio continua ad essere erogato quantitativamente ad oltre l’80% rispetto al normale. "Si viaggia in sicurezza – afferma Simone Del Mela, autista Tper –  siamo organizzati per farlo e se l'autobus supera la capienza adottiamo delle corse bis che vanno a coprire la mancanza dei posti a sedere e in piedi; il servizio è monitorato live, si chiama una corsa di riserva con autobus che sono dislocati nei punti nevralgici della città e si provvede a intervenire nel minor tempo possibile".

"C'è una capienza del 20-25% rispetto a quella normale – continua – la flotta di autobus ogni giorno viene sanificata da cima a fondo rispettando il più possibile le norme previste dal decreto. Da autista – conclude – quello che mi è mancato di più sono proprio tutti i passeggeri che incontro ogni giorno. Ci stiamo abituando a lavorare con meno traffico e persone, da un lato fa prendere un po' fiato, certo, ma dall'altro lato è strano: mi auguro, e con me tutti i colleghi, di tornare alla normalità il prima possibile".

Coronavirus, fase 2: le nuove regole per viaggiare sugli autobus Tper

Coronavirus, primo giorno fase 2: 19mila persone sui treni regionali dell’Emilia Romagna

VIDEO | Primo giorno - Fase 2: pomeriggio assolato, pienone ai Giardini

Coronavirus, tra due settimane altri 4 milioni di mascherine gratuite

Covid-19, fase 2: ecco il nuovo modello di autocertificazione. Scaricalo qui

Coronavirus, fase 2 anche per gli ospedali: al via le prime prestazioni non urgenti

Coronavirus, fase 2: chi sono i 'congiunti' che si possono incontrare?

Covid-19, fase 2: quali spostamenti sono consentiti? Le domande più frequenti

Covid-19, i ricercatori Unibo: "Il vaccino dovrà tenere conto di una speciale proteina, la Spike"

Ecco il testo completo del nuovo DPCM 26 aprile 2020

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento