Sistemi di control room anti assembramento e nuovo layout, il Sana cambia pelle dopo il covid

"Sarà un format in sicurezza": doppi ingressi, igienizzazione degli spazi, verifica della temperatura degli utenti attraverso telecamere a infrarossi, presenza di sistemi di control room wifi per identificare le zone di assembramento e nuovi servizi di prenotazione online degli slot di utilizzo e di catering presso gli stand

SANA BOLOGNAFIERE - FOTO ARCHIVIO EDIZIONI PRECEDENTI

Tre giorni di manifestazione, da venerdì 9 a domenica 11 ottobre, e tre aree tematiche, Food, Care & Beauty e Green Lifestyle, per Sana Restart che si svilupperà nei padiglioni 31, 32, 33, 35 e nel Centro Servizi del Quartiere fieristico di Bologna: il mercato italiano del biologico e del naturale affida la ripartenza al proprio evento fieristico di riferimento e si dà appuntamento a Bologna. 

Nuovo lay-out e doppi ingressi  

Un nuovo lay-out accoglierà gli operatori e i visitatori, con un’organizzazione degli spazi strutturata per lo svolgimento in sicurezza del primo appuntamento “in presenza” post pandemia. Così fanno sapere gli organizzatori dell'evento che prenderà i padiglioni 31, 32, 33, 35 e il Centro Servizi di BolognaFiere. Si otterrà così, accanto ai consolidati standard di servizio, la possibilità di attivare due ingressi – Sud-Moro e Ovest-Costituzione – a disposizione del pubblico per una ancor più funzionale gestione dei flussi di visitazione. Entrambi gli Ingressi sono collegati con mezzi pubblici, alla stazione ferroviaria, alla città e all’aeroporto cittadino, un plus importante per un pubblico sensibile alla tematica della mobilità sostenibile. 

"I quattro grandi padiglioni consentiranno - aggiunge l'organizzazione -massima flessibilità nella distribuzione delle aree merceologiche dell’evento Food, Care & Beauty e Green Lifestyle". 

"La sicurezza al centro del business"

"Business, networking e sicurezza sono al centro del nuovo progetto di BolognaFiere, impegnata in un’importante azione a supporto del rilancio delle aziende del settore con il progetto Sana Restart. La sicurezza di operatori e visitatori è assicurata dal protocollo e dalle procedure messe in atto da BolognaFiere che consentono il riavvio, in totale tranquillità, dell’attività espositiva, grazie a format e soluzioni logistiche, finalizzati a garantire il distanziamento sociale, evitare assembramenti e tutelare la salute di tutti i soggetti coinvolti". E' l'assunto dell'ente fiera felsineo, che promette: "L’efficacia delle misure cautelative si vedrà già dall’arrivo in Fiera: l’acquisto dei titoli di ingresso sarà effettuabile esclusivamente online, attraverso il sito della manifestazione con indicazione della giornata di visita. Una procedura che consentirà di azzerare le possibilità di assembramento alle biglietterie e avere un puntuale controllo sul numero di visitatori atteso. "

Sul fronte della sicurezza ogni ambito della rassegna espositiva sarà oggetto di "attenzione specifica", assicurano da BolognaFiere, smocciolando le misure in agenda: "Tra le molteplici azioni  si prevede: igienizzazione degli spazi utilizzati prima dell’apertura giornaliera; verifica della temperatura degli utenti attraverso portali con telecamere a infrarossi; accesso consentito solo con la mascherina; disponibilità capillare di gel igienizzanti; presenza di sistemi di control room wifi per identificare le zone di assembramento; grande attenzione al riciclo dell’aria e alla pulizia/sanificazione degli ambienti; gestione della ristorazione per consentire il distanziamento anche con nuovi servizi di prenotazione online degli slot di utilizzo e di catering presso gli stand. "

A Bologna gli Stati Generali del biologico  

L’iniziativa – promossa da BolognaFiere in collaborazione con FederBio/AssoBio e con la segreteria organizzativa di Nomisma – torna quest’anno durante la giornata di apertura dell’evento con una seconda edizione dedicata al confronto tra istituzioni, player della filiera ed esperti del settore su temi di primo piano, come la salvaguardia ambientale, il cambiamento climatico e la biodiversità, alla luce del Green Deal Europeo e dell’emergenza sanitaria. 

Nell’ambito di 'Rivoluzione Bio'  si presenterà anche l’atteso Osservatorio Sana 2020, lo strumento che monitora i numeri chiave della filiera biologica, dalla produzione fino alle dimensioni del mercato. L’Osservatorio è promosso da BolognaFiere e curato da Nomisma, con il patrocinio di FederBio e AssoBio e il sostegno di ICE.  

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Mercato immobiliare effetto Covid: "Cambiano i prezzi e le esigenze di chi compra, vende, affitta. Ecco come"

  • Bologna fulcro della moda da indossare: "Un modello che ha funzionato anche in lockdown, ripartiamo da qui"

  • Esperienza universitaria ai tempi del coronavirus, le opinioni di studenti e personale di Alma Mater

  • Ritornano le sagre, versione post-Covid: "Riformulate, ma funzionano. L'autunno ci riporta la tradizione"

  • Zecchino d'Oro post Covid. La direttrice: "Ai bimbi mancano gli abbracci ma non vedono l'ora di cantare"

  • Treni regionali: nuove linee guida, riempimento massimo all'80%

Torna su
BolognaToday è in caricamento