Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Una maglia per i portici Unesco: le squadre bolognesi scendono in campo \ VIDEO

Una t-shirt con tutti i loghi delle società sportive per sostenere la candidatura di Bologna a Patrimonio mondiale dell'Umanità

 

Bianca a girocollo, con un disegno dei portici e sei loghi delle maggiori società sportive bolognesi. È la maglia speciale dedicata alla  promozione dei Portici a Patrimonio dell'Unesco con cui il mondo dello sport bolognese scende in campo per sostenere la candidatura della città.

Bologna Fc, Virtus Pallacanestro, Fortitudo Pallacanestro, Fortitudo Baseball, Rugby Bologna e Cusb indosseranno la maglietta, creata ad hoc da Macron, all'ingresso in campo prima di un match casalingo. Al PalaDozza si vedrà durante il derby ovviamente, il 25 dicembre. La t-shirt si può acquistare nei negozi Macron e sul sito, al costo di circa 20 euro.

I portici

Entro Natale si aspetta la prima valutazione da Parigi sulla base della quale il Comune di Bologna ritoccherà, eventualmente, la versione definitiva del dossier, da presentare entro febbraio.

San Luca, al via i lavori di restauro

Per fare conoscere la candidatura a livello nazionale ed internazionale il Comune ha progetti in grande stile, come una campagna di marketing sulla città per la quale saranno a disposizione da 500mila euro a un milione, missioni all'estero e presentazioni della candidatura finanziate con la tassa di soggiorno.

I portici entreranno inoltre in tutta la promozione culturale del 2020, con il coinvolgimento di artisti e testimonial. Lepore pensa a 62 eventi, uno per ogni chilometro da tutelare come sito Unesco, per il 2020: il prossimo anno infatti il ministero dei Beni culturali dovrà decidere se Bologna sarà l'unica candidatura italiana per l'Unesco. Poi nella prima metà del 2021 la decisione sui nuovi siti, cioè la vittoria o la sconfitta per la città.

Ecco tutti i tratti candidati

Tra i progetti che faranno parte del piano di gestione del futuro (eventuale) sito Unesco, spicca quello sul treno della Barca, che vedrà una riqualificazione dell'enorme stabile minacciato da degrado e abbandono, a partire da tutto il piano terra. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento