rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Sport

Bologna sogna: Gilardino come Di Vaio, Signori e Baggio

L'attaccante di Biella: Ora sono tornato e punto in grande. Il centravanti ha messo a segno il gol numero 151 e nella classifica dei marcatori di tutti i tempi è dopo Totti e Di Natale

Con 151 reti, dopo Francesco Totti e Antonio Di Natale, Alberto Gilardino è il terzo marcatore in attività nella classifica di tutti i tempi della serie A. L'attaccante di Biella vola ed è secondo nella classifica dei cannonieri del campionato alle spalle di Edinson Cavani. Gila-gol è già diventato un idolo e i paragoni si sprecano. Quella maglia numero 10 ha già visto esultare, con la maglia del Bologna, campioni che sembravano ormai dimenticati come Giuseppe Signori e Roberto Baggio. Il ruolo del centravanti è stato per anni di Marco Di Vaio.

Da quattro partite, sembra di nuovo lucida quella macchina da gol che si erano abituati a sentir rombare a Parma o a Firenze. "Ma io sono sempre uguale. Solo, mi mancava quel qualcosina che adesso ho ritrovato. Penso che oggi si sia visto il miglior Gilardino", dice l'attaccante, al termine della partita che il suo Bologna ha vinto 4-0 contro il Catania. Una media del genere in avvio, cinque gol in quattro partite da titolare, due doppiette, non l'aveva mai avuta. Una media da vicecapocannoniere. "Ma a quella classifica non penso, è ancora presto".

E a trent'anni non è giusto lasciar svanire ogni sogno azzurro: "La nazionale - annuisce - è un punto di riferimento. Sono nel pieno delle mie potenzialità, ma non dipende solo da me. Ora sto pensando al Bologna, è importante proseguire questo percorso di crescita, e sono contento di trovarmi bene col mister e coi miei compagni, a loro dedico questi due gol". Il suo allenatore, allora, è ben felice di coccolarselo: "ho già detto che sapevo che era forte, ma non immaginavo così tanto. È splendido, ha grandissima qualità e ha dimostrato molta disponibilità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bologna sogna: Gilardino come Di Vaio, Signori e Baggio

BolognaToday è in caricamento