rotate-mobile
Basket

LBA, due liberi di Cordinier regalano alla Virtus la vittoria in gara 2 della semifinale playoff

La Segafredo batte l'Umana Reyer Venezia 79-78 e sale sul 2-0 nella serie: la cronaca, il tabellino e gli highlights della sfida

La Virtus Segafredo Bologna si impone in volata anche in Gara 2 della semifinale playoff contro l’Umana Reyer Venezia e sale sul 2-0 nella serie. Finisce 79-78, decisivi due tiri liberi di Cordinier a 4 secondi dalla fine.

LA PARTITA

Partenza sprint per i bianconeri, che sfruttano i primi guizzi di Pajola (5 punti e 5 assist) e Belinelli (14 punti, 4 assist, 4/6 da tre) – coinvolgendo anche Dunston (9 punti) in taglio –, per firmare il 7-0 d’avvio, interrotto da un tap-in di Tessitori (9 punti e 7 rimbalzi) che sblocca la Reyer. La Segafredo continua, comunque, a premere sul pedale dell’acceleratore e sfrutta uno scatenato Shengelia in transizione e un cinico Pajola dall’arco per allungare il parziale locale sul 14-2.

Nonostante l’asse Spissu (6 punyi e 3 assist) - Tessitori combini per un gioco da tre punti, Venezia non riesce ad arginare l’ondata della Virtus, che sfrutta lo strapotere fisico e la rapidità di Dunston, Mickey (9 punti), Polonara (11 punti e 6 rimbalzi) e Abass per aggiornare continuamente il massimo vantaggio sino al 26-7. Sul finire del quarto, Simms (14 punti e 7 rimbalzi) e soprattutto Heidegger (autore anche di una tripla a fil di sirena) capitalizzano alcune buone azioni difensive orogranata per ricucire il gap da Mickey e compagni sino al 28-15 di fino primo periodo.

Grazie a una tripla di un ottimo capitan De Nicolao (11 punti e 6 assist, 4 falli subiti, 20 di valutazione), in seguito, la Reyer riesce anche a toccare il -10, sebbene poi tre triple dall’angolo tra Belinelli e Mickey facciano di nuovo esultare la Segafredo Arena e riaprire il gap tra le squadre (38-20). L’orgoglio di Tessitori e Brooks cerca poi di rimettere in scia gli orogranata, ma ancora Cordinier (10 punti, 3 rimbalzi e 4 assist) in penetrazione e uno scatenato Belinelli dall’arco spingono i padroni di casa sul +19, prima che i liberi di Tucker (13 punti e 4 rimbalzi) chiudano il tempo sul punteggio di 47-30.

Il secondo tempo comincia con un super Polonara sia da vicino che da assistman per la tripla di Abass del +22, Spissu di orgoglio risponde mandando a bersaglio una coppia di canestri da tre punti ma le incursioni di Zizic e Cordinier fermano immediatamente i tentativi di rimonta avversari (57-38). Nonostante De Nicolao salga poi ancora in cattedra con tripla e assist per Simms, una tripla di Polonara e uno spettacolare assist sopra la testa di Belinelli per Mickey scrive il 62-45 a tabellone. Il finale del quarto, comunque sia, sorride agli ospiti, che piazzano un 2-12 di break ispirato dalle accelerazioni di Parks (14 punti) e Tucker, oltre a un solido De Nicolao, accorciando così il gap da Hackett (9 punti e 4 assist) e compagni sul 64-57 dopo 30’ di partita.

L’ultimo quarto si apre con un botta e risposta tra Shengelia (poi costretto ad abbandonare il match per aver commesso il 5° fallo personale) e Simms, Polonara realizza in taglio ma De Nicolao regala a Parks e Simms le schiacciate comode che fanno proseguire la rimonta Reyer sul 68-63. Dopo un altro bell’appoggio di De Nicolao per il -4 Reyer, Hackett trova Polonara e capitalizza dalla lunetta un recupero che prova a fermare l’ondata di Simms e compagni, ma Casarin dall’angolo avvicina ulteriormente gli ospiti (72-70 a 4’ dalla fine). Dopo un timeout chiamato da coach Banchi, Dunston segna un tiro libero ma Simms gli risponde a cronometro fermo e Spissu regala a Parks l’acrobatico layup del sorpasso sul 73-74 a meno di 3’ dal termine.

Successivamente, Cordinier dalla lunetta riesce a smuovere il tabellino dei bianconeri, l’asse De Nicolao-Parks combina per il +2 Reyer ma Hackett, ben pescato da Mickey, la pareggia a quota 76 a 77” dalla fine. Parks prova ancora a lanciare gli orogranata poi con un canestro nel pitturato, Hackett gli risponde solo a metà a cronometro fermo ma un fallo in attacco di Tucker a 20” dal termine dà ancora una chance alla Virtus (77-78). Cordinier si carica quindi i bianconeri sulle spalle e, subendo un fallo di Simms, va in lunetta a 4” dalla fine. L’esterno francese non trema a cronometro fermo, firma i due liberi del sorpasso e Tucker non riesce nemmeno a tentare l’ultimo tiro per la potenziale vittoria orogranata. Finisce 79-78.

IL TABELLINO

Virtus Segafredo Bologna vs Umana Reyer Venezia: 79-78 
(1Q 28-15, 2Q 47-30, 3Q 64-57)

Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 10, Belinelli 14, Pajola 5, Dobric, Mascolo, Shengelia 5, Hackett 9, Mickey 9, Polonara 11, Zizic 2, Dunston 9, Abass 5.
Coach Luca Banchi

Umana Reyer Venezia: Spissu 6, Tessitori 9, Heidegger 6, Casarin 3, De Nicolao 11, Janelidze, Kabengele, Parks 14, Brooks 2, Simms 14, Wiltjer, Tucker 13.
Coach Neven Spahija

GLI HIGHLIGHTS

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LBA, due liberi di Cordinier regalano alla Virtus la vittoria in gara 2 della semifinale playoff

BolognaToday è in caricamento