Sport

Belinelli all'attacco: "Qui insieme a Teodosic anche il prossimo anno"

La guardia della Virtus Bologna ha parlato della recente vittoria dello Scudetto, di Nazionale e delle aspettative per la prossima stagione

Foto profilo Twitter Marco Belinelli

La stagione si è appena conclusa ma Marco Belinelli guarda già al futuro. L'ex Bulls e Spurs è intervenuto ai microfoni della stampa a margine della premiazione in Comune, dove il sindaco Virginio Merola ha conferito alla Virtus Bologna la Turrita d'Argento

Virtus Bologna, le parole di Marco Belinelli

Cosa vuol dire questo successo per te che sei bolognese?
Per me è una doppia vittoria. Riuscire a firmare con la Virtus dopo 13 anni di NBA, sai, non me l’aspettavo di vincere subito lo Scudetto e riportare la Virtus ai livelli a cui deve essere. Sicuramente per me è un’emozione unica, un doppio festeggiamento: ho l’occasione di gioire insieme alla città di Bologna ma anche per me, per la mia famiglia e i miei amici. Devo ringraziare la società, senza di loro non avremmo mai vinto. Speriamo che questo sia solamente un punto di partenza per aprire un ciclo vincente. 

Virtus Bologna, la gioia dei tifosi per la vittoria dello Scudetto | VIDEO

Un ciclo che si chiude e uno che si apre. Come lo vivi?
Fa parte del business, io non devo aggiungere nulla.

La rinuncia alla Nazionale? 
È stata dolorosa. Chi mi conosce sa che io ho sempre fatto parte della Nazionale, ci ho sempre messo la faccia nonostante le soddisfazioni siano state poche. Mi piacerebbe un giorno poter vincere qualcosa con la maglia della Nazionale, ma come ho detto nel comunicato stampa era giunto il momento di curare i miei adduttori. Firmando a dicembre era difficile per me avere la possibilità di giocare un anno intero. Io ho perso la parte importante della stagione, il training camp, che ti permette di avere su un anno intero una cura del fisico molto più importante e che ti permetta di arrivare ai playoff con un certo fisico e una certa mentalità. Io ho perso quella parte ed è stato strano, ho detto quello che dovevo dire in quel post. Per il resto non ho nulla da nascondere, non mi sono mai nascosto dietro a scuse e tiferò per l’Italia. Non è questa una porta chiusa, vedremo per il prossimo anno.

Hai detto a Teodosic di rimanere?
Io penso che questa coppia non si debba dividere. Milos è un grande campione e un grande amico. Spero possa rimanere e penso non ci saranno problemi da quel punto di vista, poi dopo ovviamente sarà la società a parlare con lui. 

Virtus Bologna premiata in Regione, Bonaccini: "Momento storico"

Foto profilo Twitter Marco Belinelli

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Belinelli all'attacco: "Qui insieme a Teodosic anche il prossimo anno"

BolognaToday è in caricamento