menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bologna - Atalanta: 2-1, magia al Dall'Ara. Palacio e Poli fermano la Dea

Mihajlovic in panchina. I Rossoblu nel primo tempo tengono un buon ritmo ma soffrono la preparazione tecnica della Dea. Danilo espulso nella ripresa

La prima sorpresa è Mihajlovic in panchina. La seconda è che il Bologna vince sulla sesta in classifica e in gara Champions. Grande magia al Dall'Ara, per una squadra che premia la presenza del mister in panchina con una vittoria, meritatissima. Palacio e Poli mettono insieme i tre punti che danno ossigeno alla classifica, con la squadra lucida e concentrata, malgrado qualche leggerezza di troppo in difesa. Ma considerando l'infermeria affollata e gli avversari alla vigilia temibili, è grasso che cola.

Dagli spalti della curva Bulgarelli piano piano sale il coro, con un entusiasmo che si taglia con il coltello, e quando Massa fischia tre volte, lo stadio esplode in un boato. Prima sconfitta in trasferta per l'Atalanta, una vittoria di carattere per il Bologna, che scaccia i fantasmi della vigilia.

Bologna-Atalanta 2-1, la cronaca delle partita

Avvio brioso con un paio di guizzi di Palacio, Bani e Orsolini, ma la difesa Atalantina è compatta. Malinowksi tira missile un rasoterra al 6', fuori abbondante. La Dea pressa alto mettendo in difficoltà il Bologna nella manovra, obbligato al gioco aereo, che però ogni tanto riesce e insidia i bergamaschi.

Ancora Malinowski accentrato in un paio di occasioni mette i pensieri alla bassissima difesa Rossoblu. Poi all'unidcesimo la sorpresa: una cavalcata di Orsolini in accentramento e tiro ma seguire proietta la sfera su un clamoroso palo, ma il rimbalzo è facile preda del Trenza, che insacca l' 1-0.

Segue una fase dove la superiorità tecnica della Dea si palpa con mano, con l'Undici di casa costertto a difendersi dalle incursioni organizate degli attaccanti lombardi. Al 23' un accenno di 'treccia' tra Orsolini Palacio e Poli innesca un inserimento del secondo che però non aggancia in tempo.

E' un Bologna combattivo e concentrato ma che non riesce a sfondare. Al 30' Palacio, attivato da un cross in profondità di Orso, si concede una occasione personale: sfuma molto alta sulla traversa. Il centro campo rossoblu però è lento e sena una regia precisa, che in diverse occasioni trascina i bergamaschi vicino al goal: solo la fortuna in alcuni casi e Skorupski negli altri riesce a tenere.

A pochi minuti dalla fine due occasioni mandano Palacio lanciato a rete ma in entrambe la sfortuna ci si mette di mezzo. Un grande Bologna in attacco, con molto gioco aereo e senso della posizione, veloce nelle verticalizzazioni. La ripresa si apre con un guizzo di Palacio su ottimo assist di Dzemaili che tira al volo ma purtroppo non sorprende l'estremo difensore della Dea.

La svolta al 52esimo, quando sugli sviluppi di un cross al centro di Tomiyasu uno splendido Poli insacca di testa la palla nel Sette, impossibile da prendere per Gollini. 2 a 0 per i Rossoblu. Neanche il tempo di festeggiare e Malinowski beffa tutti inserendosi all'ultimo -complice un calo della difesa di casa- e batte Skorupski con un rasoterra centrale. L'Atalanta rimane insidiosa, pronta a reagire alla minima disattenzione.

Al 65' scende Medel per fare posto a giovane Svamberg. Al 68' un Barrow involato a porta piazza un pallonetto che sorprende Skorupski ma arriva Danilo che toglie la sfera un attimo prima che entri per il pareggio.

Un paio di minuti dopo sempre Barrow sta per calciarla dentro ma l'estremo difensore Rossoblu affonda le mani prima che finisca male. I Rossoblu subiscono attacchi in sequenza, approfittando solo dei rimpalli per andare a contropiede.

Entra Santander per Palacio. Alla prima occasione da goal però  il Ropero sbaglia, preferendo tirare in porta che servire Orsolini. Palla fuori. Siamo al 79'. All'85' una punizione da bridivi e Skoru molto bravo a respingere un rimpallo conservano il risultato. All'88' il Bologna rimane in dieci per la doppia ammonizione di Danilo per un anticipo falloso su Barrows. All'89esimo scende Orsolini per Mbaye, in chiara chiave difensiva, ormai mancano quattro minuti di recupero, lunghissimi. Poi finisce.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento