Bologna-Cagliari: possibili formazioni

Mihajlovic “I ragazzi dovranno metterci più qualità. Osare e rischiare di più”

Domani, 1° giugno, alle 19,30, si ritorna a scaldare il Dall’Ara, rigorosamente a porte chiuse, con Bologna vs Cagliari. Le 2 squadre sono vicinissime come posizione in campionato, con il Cagliari avanti solo di una lunghezza, ed entrambe puntano a questa partita per ottenere dei punti preziosi in ottica Europa.

I Bolognesi vengono da una vittoria contro la Samp e da una sconfitta contro la Juve. Tra gli assenti per il Bologna, l’attaccante Santander per un problema al bicipite femorale destro, Skov Olsen per un problema ai flessori, il terzino Mbaye e il capitano Poli costretto ad uscire per un problema alla gamba sinistra durante la partita contro la Samp. Come punta potrebbe essere scelto Palacio che costituisce una certezza ma che non ha brillato nell’ultima partita. In suo sostegno pare confermata la coppia Barrow e Orsolini, insieme a Soriano. A far da scudo in difesa ci dovrebbero essere Tomiyasu, Dijks con come terzini Danilo e Bani.

Anche per quanto riguarda il Cagliari di Zenga non mancano gli indisponibili: Klavan, Birsa, Pereiro, Pisacane e Faragò. In porta ci dovrebbe essere Cragno che sostituirà Olsen che è tornato alla Roma. In attacco ci dovrebbero essere Simeone e Joao Pedro.

Interrogato sulle prossime partite a distanza ravvicinata Mihajlovic spiega che “Per forza delle cose, la partita è allenamento, si farà a rotazione. Bisogna scegliere bene, mettendo in campo i più riposati. Se vogliamo andare in Europa un giorno bisogna abituarsi a giocare 3 volte a settimana. Cercherò di cambiare il meno possibile, anche perché la prossima partita è quella con l’Inter. Voglio mettere in campo una squadra che mi dia più garanzie”.

Riguardo all’Europa il mister spiega che “E’ presto per parlare di Europa, ma noi giocheremo per vincere. Speriamo di vincere ma bisogna pensare partita per partita”.
Sui rapporti con Zenga Mihajlovic spiega che “ho un buon rapporto con lui, è un mio amico, abbiamo giocato insieme e ci sentiamo per telefono. Spero domani di scambiare qualche battuta con lui, ci prendiamo spesso in giro. Un bravissimo allenatore e una grandissima persona".

“I ragazzi, rispetto a contro la Samp, devono metterci più qualità, osare e rischiare di più. Sono convinto che andando avanti miglioreremo”. 
Su Barrow Mihajlovic afferma che “Bisogna lavorarci. È uno che quando è girato verso la porta fa molto più male. Adesso da molto di più come esterno che come punta centrale. Nel futuro vorrei provarlo come punta".
“Che cos’è il coraggio per me? Qualcosa che si ha o non si ha. Un coniglio non diviene un leone, bisogna vedere chi ha coraggio, chi non lo avrà mai, chi non sa di averlo.”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Scatta oggi la nuova ordinanza: le restrizioni si allentano, cambiano le regole del commercio

Torna su
BolognaToday è in caricamento