Sport

Bologna, una difesa da puntellare

Nell’ultima amichevole con il Pordenone la retroguardia del Bologna è andata in grossa difficoltà. Rebus Tomiyasu, ma è pronto Theate

Foto pagina Facebook KV Oostende

In termini numerici la difesa del Bologna non avrebbe, in teoria, bisogno di ulteriori ritocchi. Contro il Pordenone però, nell’ultima amichevole giocata dai rossoblù, la difesa è andata più volte in difficoltà. E se è la qualità, più che la quantità, a fare la differenza, ecco che allora un colpo potrebbe arrivare. Il nome è sempre quello di Arthur Theate: mancino, classe 2000, centrale che all’occorrenza può giocare come esterno basso a sinistra. Il suo arrivo potrebbe però essere legato all’uscita di Tomiyasu, sul quale è forte il pressing dalla Premier League, in particolare del Tottenham. 

Bologna, le parole di Theate

Se i tifosi degli Spurs sarebbero molto felici di accogliere il giapponese, come testimoniano i tanti commenti social sotto gli ultimi post del classe 1998, lo sarebbero meno quelli del Bologna, i quali reputano giustamente Tomiyasu una pedina fondamentale nello scacchiere di Sinisa Mihajlovic. E anche il prezzo del giocatore lo testimonia: la valutazione che il Bologna fa del suo cartellino è di 20 milioni di euro. Una cifra importante che potrebbe frenare le mire del Tottenham, al momento alle prese con la complicata situazione legata ad Henry Kane.

Aggiustare la mira

Nel frattempo, l’obiettivo del Bologna Arthur Theate è sceso in campo ieri per la sua prima gara stagionale con la maglia dell’Ostenda. Non aveva giocato le prime due, mentre la scorsa domenica ha sudato per tutti i 90’ minuti di gara. A fine gara ha festeggiato la vittoria insieme alla squadra e ai tifosi. Un festeggiamento che lo ha visto protagonista: Theate è stato il vero e proprio mattatore della serata, addirittura cantando con un microfono in mano. Tanto che, a qualcuno, questo suo comportamento è sembrato quasi un addio: "Queste ultime due settimane non sono state facili per me – ha spiegato il difensore a fine partita – ma penso di aver dimostrato sul campo di pensare ancora solo e soltanto all'Ostenda. Per quanto riguarda il mio trasferimento vedremo, questo non è il mio lavoro. Sono qui in un club in cui sto bene e penso solo alla prossima partita. I festeggiamenti a fine partita insieme al pubblico? Non erano un addio, sono semplicemente stato me stesso".

Ora è ufficiale: Arnautovic è un nuovo giocatore del Bologna

L’accordo con il Bologna, come riportato dal giornalista belga Sacha Tovalieri, per ora rimane in piedi: 6,5 milioni di base, 1,5 di bonus più 1 legato alle eventuali convocazioni con la Nazionale belga. Circa 9 milioni complessivi, quindi, per un accordo della durata di cinque anni.
La situazione per adesso è in fase di stallo, ma i prossimi giorni potrebbero risultare decisivi, specialmente se il Bologna dovesse riuscire a vendere qualche esubero.

Foto pagina Facebook KV Oostende

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bologna, una difesa da puntellare

BolognaToday è in caricamento