rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Calcio

Bologna-Lecce 4-0: i rossoblù travolgono i salentini e volano in classifica | Cronaca e pagelle

Zampata di Beukema, doppietta di un sontuoso Orsolini e timbro di Odgaard: il Bologna si divora la formazione giallorossa e continua a sognare l’Europa più prestigiosa

Gara eccezionale per la band di Thiago Motta, che grazie ad una prestazione pressoché perfetta non lascia scampo alla formazione di mister D’Aversa e porta a casa la seconda vittoria consecutiva. Un quattro a zero che manda in orbita il popolo rossoblù, perchè ora la classifica recita 5° posto con 39 punti, uno in più della Roma e due in più della Lazio. 

Cronaca del match

Sotto lo sguardo di oltre 24.000 spettatori, la prima occasione è a tinte rossoblù con un bel siluro di Saelemaekers che costringe Falcone alla deviazione sul fondo. Dal conseguente tiro dalla bandierina, il Bologna mette la freccia: batti e ribatti in area salentina e Sam Beukema insacca di rapina. Al 5’ di gioco, i felsinei sono avanti. Il Bologna sembra in giornata e qualche minuto più tardi ci prova senza fortuna con Zirkzee dal limite. Palla fuori e Dall’Ara che alza il volume. Il Lecce non riesce a trovare il bandolo della matassa e allora è ancora una volta Saelemaekers a sfiorare lo specchio con un bel destro dalla distanza. Un po’ alle corde, la formazione guidata da Roberto D’Aversa reagisce d’orgoglio con una zuccata ravvicinata di Kaba che esalta i riflessi di Skoruopski, bravo a deviarla lateralmente in tuffo. Adesso sembra il Bologna in confusione e al 21’ si rischia il patatrac con il solito fraseggio kamikaze dal basso: Freuler sbaglia l’uno due con “Skoru” e per poco Krstovic non ne approfitta. Tap-in mancato e pubblico che torna a respirare. Passato lo spavento, il Bologna ribalta il fronte e colpisce con il killer instinct tipico delle grandi: apertura di Posch e assolo di Orsolini che salta il diretto marcatore prima di scaricare un rasoterra al fulmicotone sotto alle gambe di Falcone. Al 27’, gli emiliani conducono di due reti. Con il punteggio in freezer, la truppa di Motta gestisce l’ultimo quarto d’ora senza particolari patemi, anzi rischia persino il terzo squillo con un mancino largo di Calafiori. Nulla di fatto e all’intervallo i padroni di casa conducono per 2-0.

Ripresa che comincia con un gol da manuale del calcio: Kristiansen lancia lungo per la transizione di Calafiori che taglia l’aera passando sul secondo palo: velo di Fabbian e missile antiaereo in corsa di Orsolini che manda la palla all’incrocio e lo stadio in estasi. Al 49’, i rossoblù sono avanti per 3-0. Con il risultato chiuso a tripla mandata, Motta fa rifiatare Zirkzee inserendo il debuttante Odgaard, per poi mandare in campo anche Ndoye, De Silvestri e El Azzouzi rispettivamente per Orsolini, Kristiansen e Freuler. Al 68’ è la stessa l’ala svizzera a provare ad arrotondare ancora lo score con un destro potente. Tiro alto, ma bel segnale dopo il lungo infortunio. La partita scivola via senza altri sussulti fino al minuto 81’, quando proprio il neo arrivato danese sfugge alla retroguardia salentina e buca il portiere ospite sotto la Curva Bulgarelli. 4-0. Game, set and match. Tre punti meritati e sogno europeo che continua a prendere forma...

Pagelle

Skorupski 6: Coi piedi non è Pirlo, lo sapevamo, ma è un rischio che il Bologna sembra aver messo in preventivo. D’altronde è pagato per parare e su Kaba lo fa discretamente.
Posch 6,5: Preciso come ai bei tempi, si impadronisce della fascia destra e fa partire l’azione del 2-0 firmato da Orsolini. Finalmente possiamo dirlo: bentornato, Stefan! (De Silvestri sv)
Beukema 7,5: “Fox in the box” direbbero gli anglosassoni, ovvero la "volpe nel pollaio” che con scaltrezza insacca il gol del vantaggio. Per il resto, elargisce la solita sicurezza difensiva.
Calafiori 7: Un po’ playmaker, un po’ libero, un po’ trequartista. Ancora un po’ e finirà a fare il Primo Ministro. 
Kristiansen 6,5: Un paio di chiusure importanti in una gara senza sbavature.
Freuler 6: Rischia la classica frittata da mandare in onda in loop a “Mai Dire Gol”, poi riprende in mano la situazione. (El Azzouzi sv)
Fabbian 7: Solido fisicamente, grintoso e anche intelligente tatticamente. Il velo in occasione del 3-0 è da giocatore di spessore. Crescerà ancora e diventerà forte forte.
Orsolini 8,5: Pimpante sin dai primi secondi di gara, segna un “golazo” figlio di tecnica e rabbia nel primo tempo, mentre il terzo è un capolavoro da esporre nell’ala Denon del Louvre. Esce tra gli applausi del Dall’Ara (Ndoye 6: Fa vedere che ormai l’infortunio è alle spalle)
Ferguson 7: Pedina imprescindibile nello scacchiere tattico rossoblù. Lavora nel sottosuolo della partita per fare girare al meglio la squadra. Sempre nel posto giusto al momento giusto. (Moro sv)
Saelemaekers 7: Spina nel fianco della difesa salentina per tutto l’arco della gara. Valore aggiunto preziosissimo per questo Bologna con mire europee.
Zirkzee 7: Sponde eleganti e continuo riferimento per i compagni. Non trova il gol, ma va benissimo così. (Odgaard 7: Entra con grinta e firma la rete che chiude il discorso. What else?).

Tabellino

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Posch (61' De Silvestri), Beukema, Calafiori, Kristiansen; Freuler (67' El Azzouzi), Fabbian; Orsolini (61' Ndoye), Ferguson (77' Moro), Saelemaekers; Zirkzee (61' Odgaard); A disp. Bagnolini, Ravaglia, Lucumi, Corazza, Lykogiannis, Ilic, Karlsson, Urbanski All. Thiago Motta
Lecce (4-3-3): Falcone; Venuti, Pongracic, Baschirotto, Gallo (45' Dorgu); Kaba (45' Blin), Ramadani, Oudin (77' Rafia); Banda (35' Sansone), Almqvist, Krstovic (51' Piccoli). A disp. Brancolini, Samooja, Touba, Gonzalez, Berisha, Pierotti. All. Roberto D’Aversa.
Arbitro: Manganiello di Pinerolo
Assistenti: Dei Giudici-Di Giacinto
IV Uomo: Gualtieri
Var: Pairetto-Sozza
Reti: 5' Beukema, 27' Orsolini, 49' Orsolini, 82' Odgaard
Ammoniti: 34' Calafiori, 41' Almqvist, 56' Kristiansen, 74' Oudin
Note: Spettatori 24.658

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bologna-Lecce 4-0: i rossoblù travolgono i salentini e volano in classifica | Cronaca e pagelle

BolognaToday è in caricamento