rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Calcio

Cuore grande Bologna, ma non basta: è 2-4 contro il Milan

Gli uomini di Mihajlovic in dieci dal 20', pareggiano i due gol di svantaggio ma rimangono in nove uomini e soccombono nel finale

Sconfitta interna per il Bologna nell'anticipo del sabato sera contro il Milan. Gli uomini di Sinisa Mihajlovic rimangono prima in dieci uomini al minuto 20 e poi addirittura in nove all'ora di gioco. Nonostante l'handicap dei due uomini in meno, però, riescono a mettere in grande difficoltà l'undici rossonero, raggiungendo il pareggio ad inizio ripresa e difendendo caparbiamente fino al gran gol di Bennacer. Zero punti quindi per i rossoblù, ma la consapevolezza di poter mettere in difficoltà anche le formazioni più temibili del campionato.

Bologna-Milan, la partita

Comincia subito forte il Milan che già al primo minuto di gioco riesce a entrare in area del Bologna, fortunatamente per i padroni di casa senza conseguenze. Anche il Bologna si fa avanti e con un’azione manovrata arriva alla conclusione, ma il destro di De Silvestri colpisce in modo fortuito Arnautovic e viene rinviato dalla retroguardia di Pioli. Il primo tiro nello specchio della partita arriva al 7’: è Hickey a calciare, senza però riuscire a sorprendere Tatarusanu. Le due squadre tengono i ritmi molto alti ma reali occasioni, al minuto 12, ancora non se ne vedono. Ci prova Arnautovic con un colpo di testa da calcio d’angolo e la sua conclusione esce di pochissimo alla destra del portiere rossonero. Un minuto dopo a provarci è il Milan con Leao, ma il suo sinistro finisce altissimo. Ancora gli ospiti con Leao e stavolta il mancino è letale: progressione sulla sinistra del numero 17, deviazione di Medel e palla che termina alle spalle di Skorupski. Alla prima conclusione del Milan il Bologna è sotto.
Nei minuti successivi alla rete i ritmi calano, ma alla prima progressione i rossoneri fanno ancora male: incrocio di gambe tra Soumaoro e Krunic, il milanista lanciato a rete rovina a terra e Valeri estrae senza pensarci il cartellino rosso per il 5 rossoblù. Bologna sotto di uno sia nel punteggio che negli uomini, e siamo solo al minuto 20.
Con un uomo in meno Mihajlovic è costretto a ridisegnare il suo Bologna: difesa a quattro con Hickey e De Silvestri esterni e rombo a centrocampo composto da Dominguez vertice basso, Svanberg e Soriano intermedi e Barrow a supporto dell’unico attaccante Arnautovic. 
I padroni di casa sembrano accusare il destro-sinistro e faticano a trovare le giuste trame offensive. È anzi il Milan a farsi di nuovo avanti, ma per fortuna di Soriano e compagni il suo colpo di testa è debole e non impensierisce Skorupski. Torna a farsi vede in attacco anche il Bologna che ci prova ancora con Hickey, ma il suo sinistro finisce larghissimo.
Proprio nel momento in cui la squadra di Mihajlovic sembrava tornare in partita arriva il secondo gol del Milan: cross dalla sinistra di Touré, palla goffamente smanacciata da Skorupski che finisce sui piedi di Castillejo, tiro ribattuto dalla difesa e gol di destro di Calabria, che raccoglie la palla in uscita dall’area e punisce il Bologna. È 0-2 al Dall’Ara. Il primo tempo si conclude con qualche scintilla tra il pubblico del Dall’Ara e l’arbitro Valeri, autore secondo il popolo rossoblù di qualche scelta poco condivisibile, specialmente nei confronti di Marko Arnautovic. Anche mister Mihajlovic, visibilmente indispettito, si ferma a parlare con il direttore di gara prima di far rientro negli spogliatoi.

Bologna-Milan, le pagelle dei rossoblù

A inizio ripresa due cambi per il Milan (Bakayoko e Saelemaekers per Tonali e Castillejo) e nessuno per il Bologna, che già al secondo minuto si guadagna un calcio d’angolo senza però riuscire a sfruttarlo. Ancora un corner per i rossoblù e stavolta la giocata è vincente: il destro tagliato di Barrow finisce sulla testa di Ibrahimovic che accidentalmente devia la palla nella propria porta. Al 49’ è 1-2. Il Bologna è una furia in campo e dopo appena due minuti trova il gol del pari. Giocata in verticale sull’asse Arnautovic-Soriano, palla imbucata alla perfezione per Barrow e destro vincente del gambiano. I rossoblù volano e il Dall’Ara si trasforma in una bolgia.
Al minuto 58’ però la gara cambia ancora: Soriano contrasta la discesa sulla fascia di Ballo Touré e l’esterno finisce a terra senza intervento dell’arbitro. Richiamato all’home field review, però, il direttore di gara nota un pestone sulla caviglia del numero 5 rossonero e tira fuori il secondo cartellino rosso per il Bologna, che resta in nove uomini. Fase piuttosto spezzettata del match, con tante sostituzioni da una parte e dall’altra e poco tempo di gioco effettivo.
Il Bologna sotto di due uomini aspetta il Milan mantenendo basso il baricentro, ma non rinuncia ad attaccare una volta recuperata la palla. Occasionissima Milan minuto 76: colpo di testa di Giroud da pochi metri dalla linea di porta, ma Skorupski va giù rapido e para con la mano sinistra. Anche il Bologna prova a vincerla nonostante l’handicap della doppia espulsione: prima Arnautovic con il sinistro e poi Theate con la testa, ma in entrambi i casi Tatarusanu è bravo a opporsi. I rossoneri fanno paura quando attaccano l’area del Bologna in massa ma la difesa rossoblù resiste con le unghie e con i denti. La squadra di Pioli tenta il forcing finale e al minuto 83’ trova la rete del nuovo vantaggio con Bennacer, che sfrutta una palla in uscita dall’area e insacca con un mancino precisissimo. Il Bologna prova a trovare nuovamente il pareggio ma allungandosi lascia ampi spazi al Milan, che non fatica a trovare il quarto e definitivo gol. È Ibrahimovic a segnarlo: lo svedese riceve palla da Bennacer e piazza un bel destro a giro dal limite dell’area alla sinistra di Skorupski. Punteggio di 2-4 per i rossoneri e partita virtualmente conclusa. Agli uomini di Mihajlovic rimane solamente il tempo per godersi il calore del pubblico, che continua a mantenere alti i decibel nonostante il punteggio. Il triplice fischio di Valeri arriva dopo quattro minuti di recupero e la partita finisce con il punteggio di 2-4.

Bologna-Milan, il tabellino

Bologna (3-4-2-1): Skorupski; Soumaoro, Medel (87’ Orsolini), Theate; De Silvestri, Dominguez (63’ Schouten), Svanberg, Hickey (63’ Dijks); Soriano, Barrow (63’ Binks); Arnautovic (83’ Santander).
A disposizione: Bardi, Molla, Mbaye, Sansone, Vignato, van Hooijdonk, Skov Olsen.
Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

Milan (4-2-3-1): Tatarusanu; Calabria, Kjaer, Tomori, Ballo Touré (84’ Kalulu); Bennacer, Tonali (46’ Bakayoko); Castillejo (46’ Saelemaekers), Krunic (60’ Giroud), Leao; Ibrahimovic.
A disposizione: Jungdal, Mirante, Conti, Gabbia, Romagnoli, Maldini.
Allenatore: Stefano Pioli.

Arbitro: Paolo Valeri di Roma.
Assistenti: Bercigli, Berti.
IV Uomo: Minelli.
VAR: Chiffi.
AVAR: Mondin.

Reti: 16’ Leao (M), 35’ Calabria (M), 49’ Ibrahimovic ag (B), 52’ Barrow (B), 83’ Bennacer (M), 90’ Ibrahimovic (M).
Ammonizioni: 34’ Arnautovic (B), 45’+1 Tonali (M), 61’ Calabria (M), 67’ Saelemaekers (M), 
Espulsioni: 20’ Soumaoro (B), 58’ Soriano (B).

Foto Twitter Bologna FC

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuore grande Bologna, ma non basta: è 2-4 contro il Milan

BolognaToday è in caricamento