La Formula 1 torna a Imola: "Vittoria per la città, per gli appassionati e per la Motor Valley"

Plauso per il ritorno dopo 14 anni della Formula 1. Il riavvio fissato per il weekend del 31 ottobre

La Formula 1 torna a Imola, dove manca dal 2006. Questa la novità  annunciata oggi dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l'assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini.  La data scelta per il grande ritorno è quella del weekend 31 ottobre – 1 novembre novembre. 

Le luci della ribalta saranno tutte per Lewis Hamilton, Charles Leclerc, Sebastian Vettel, Max Verstappen e compagnia, che si daranno battaglia su un tracciato che ha saputo esaltare le qualità dei fuoriclasse, con il cuore degli appassionati che come sempre batterà forte per le Rosse di Maranello. Al momento, per le disposizioni causa Covid-19, la manifestazione è prevista con la presenza di pubblico ridotto.

Bonaccini: "Dopo 14 anni, sarà una emozione profonda"

Ad annunciare la ripartenza è stato il governatore Bonaccini: “Il ritorno della Formula Uno a Imola dopo 14 anni è una notizia straordinaria, che premia il grande lavoro di squadra di queste settimane. Si tratta di un ulteriore appuntamento internazionale di enorme prestigio, che si aggiunge alla storica prima volta del doppio MotoGp mondiale a Misano. Rivedere la Ferrari e le altre monoposto sfrecciare sul circuito di Imola sarà un’emozione profonda: proprio Imola è da sempre una sede naturale per la Formula Uno e abbiamo scelto di intitolare il Gran Premio all’Emilia-Romagna, in omaggio alla nostra regione, la terra dei motori per eccellenza. Ringrazio chi ha collaborato con la Regione per centrare questo grande risultato: l’amministrazione, i vertici dell’Autodromo e la Federazione internazionale. Avevamo promesso che qualora ci fosse stata questa possibilità, non l’avremmo lasciata cadere: così è stato, dimostrando ancora una volta di parlare coi fatti, come siamo abituati a fare".

“Siamo lieti di continuare a compiere notevoli progressi nella realizzazione dei nostri piani per la stagione 2020 e siamo entusiasti di dare il benvenuto a Imola nel calendario rivisto - Così Chase Carey , Presidente e CEO Formula 1, -  Vogliamo ringraziare i promotori, i team e la FIA per il loro pieno supporto riguardo ai nostri sforzi per dare ai fan gare entusiasmanti in questa stagione senza precedenti”.

Plauso dalla politica imolese

Soddisfazione per Nicola Izzo, Commissario straordinario Comune di Imola: “E’ una grande soddisfazione il ritorno del Gran Premio di F.1 a Imola. La città aspettava da 14 anni questo evento ed il Comune ha auspicato e sostenuto questo ritorno. La F.1 ripone Imola alla ribalta nel mondo e l’autodromo di Imola riacquista il ruolo dovutogli nella storia del motorismo automobilistico. E’ un importante risultato anche per il mondo produttivo, certo il modo più emozionante per ripartire dopo il dramma del lockdown, un risultato che è il frutto di un gioco di squadra che ha visto, insieme al Comune, la piena sintonia di Con.Ami e Formula Imola S.p.A. ed il pieno e convinto supporto della Regione Emilia Romagna ed in particolare del Presidente Bonaccini e dell’Assessore Corsini”.

Sulla questione interviene anche la Lega, i cui consiglieri regionali Daniele Marchetti (candidato sindaco del centrodestra a Imola) e Matteo Rancan scrivono, in una nota, che "l'inserimento del Gran Premio di Imola nel Campionato del mondo di Formula 1 di quest'anno è una vittoria non solo per la città, ma anche per tutti gli appassionati del motorsport e per tutto il territorio emiliano-romagnolo, la motor-valley d'Italia". Come Lega, spiegano, "abbiamo creduto da subito all'opportunità che potesse essere organizzata una terza gara di Formula 1 in Italia: dopo i Gran Premi di Monza e del Mugello era doveroso tornare ad omaggiare il circuito di Imola, che ha fatto la storia, nel bene e nel male, della massima competizione motoristica a ruote scoperte". Ora, concludono i due esponenti del Carroccio, "continueremo a chiedere il massimo impegno alla Regione, con la speranza che questa tappa imolese del Mondiale, stravolto dall'emergenza Covid, possa rappresentare l'occasione per riportare stabilmente la Formula 1 sul Santerno".

Plaude anche la candidata a sindaco alle prossime amministrative, Carmen Cappello: "Siamo contenti e soddisfatti del ritorno a Imola della Formula1, anche se a porte chiuse. Esprimo tutta la mia stima e riconoscenza al presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il quale si è speso, in ogni senso, per questo ritorno. Un grande risultato che conferma come fosse più che meritato il nostro appoggio per la sua riconferma alla guida della nostra Regione. Al presidente vanno i nostri ringraziamenti".

Circuito rinnovato

L’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari ha ospitato la Formula 1 l’ultima volta nel 2006. Nello stesso anno sono iniziati i lavori di ricostruzione e ammodernamento, che si sono protratti per tutto il 2007. L'area dei box è stata totalmente ricostruita; l'unico edificio sopravvissuto è la storica ed ex Torre Marlboro (ora sponsorizzata Aruba). I lavori di modifica al tracciato, eseguiti sotto la direzione dell'architetto Hermann Tilke hanno portato all'eliminazione della Variante Bassa per le auto. Nel corso degli anni si sono susseguiti i lavori per adeguare la pista agli standard sempre più alti richiesti per ospitare gare a livello internazionale. Questo ha portato all’ottenimento della Licenza di Grado 1 necessario per ospitare la Formula 1.

40 anni di storia e di campioni

Ricordiamo che la storia del Campionato Mondiale di Formula 1 a Imola è iniziata nel 1980, quando l’autodromo ospitò il Gran Premio d’Italia in sostituzione di Monza. Dall’anno seguente iniziò l’epopea del GP di San Marino, 26 edizioni dal 1981 al 2006, gare che hanno scritto pagine leggendarie nella storia del motor sport. Basta scorrere l’albo d’oro per rendersi conto dei piloti che hanno scritto il loro nome nell’albo d’oro dei vincitori: Nelson Piquet, Didier Pironi, Alain Prost, Patrick Tambay, Elio De Angelis, Ayrton Senna, Nigel Mansell, Riccardo Patrese, Damon Hill, Heinz-Harald Frentzen, David Coulthard, Fernando Alonso e Michael Schumacher, vincitore per ben sette volte, tra cui l’ultima nel 2006.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • L'oroscopo di agosto segno per segno: ecco cosa dicono le stelle

  • Da Budrio a "Mister Italia 2020": Ruben Ganzerli tra i trentadue finalisti

  • Le 10 mostre di agosto da non perdere a Bologna

  • Temporale improvviso nel gran caldo, alberi caduti e allagamenti

  • Alto Reno, fiume invaso da fango e morìa di pesci: "Una vergogna, c'è una valanga di acqua putrida. Stiamo cercando di capire cosa sia successo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento