Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Morandi: "Oggi lo striscione mi fa sorridere". Solidarietà dal Consiglio Comunale

Ringrazia per i messaggi di solidarietà e sdrammatizza Gianni Morandi, sugli striscioni "poco carini" che i tifosi Rossblù gli hanno riservato

Tutto ha inizio durante la partita Napoli-Bologna: "Caruso" di Lucio Dalla dovrebbe far sentire più a casa i supporter partenopei e invece quello che resta dell'incontro è sono i cori e gli striscioni razzisti da cui il presidente Gianni Morandi subito si dissocia. Oggi l'ennesimo commento su Facebook nel quale il cantante bolognese, ancora una volta, mette in cima alla lista le cose davvero importanti e sdrammatizza sulle polemiche "da stadio": "Ringrazio tutti voi per le migliaia di messaggi, post e sms di solidarietà che mi sono arrivati. Peró pensando a quello che sta succedendo in questi giorni in Italia, con liti e insulti in Parlamento, calamità naturali, alluvioni, emergenze varie, Roma allagata, tragedia a Siracusa, ecc....guardare questo striscione mi fa veramente sorridere".

SOLIDARIETA' A MORANDI ANCHE DAL CONSIGLIO COMUNALE. Il sostegno a Morandi non arriva solo dal web, anche durante il Consiglio Comunale di oggi, si è parlato delle vicende del Dallara, in particolare, lo ha fatto il consigliere Rolando Dondarini (PD): "Solidarietà a Gianni Morandi per le contestazioni di parte degli ultras del Bologna. I  settori  più  rappresentativi  dello  sport bolognese  non  stanno attraversando  i  loro  tempi  migliori. Addirittura per il Bologna FC si  sta prospettando la concreta possibilità che nel cinquantenario dell’ultimo scudetto debba di nuovo retrocedere in serie B. Augurandoci che questo  paradosso   venga  scongiurato,  non  possiamo ignorare che una retrocessione ben più sostanziale si sta già verificando a seguito dei cori e  delle  scritte  anti  Napoli apparse due settimane fa ad opera di alcuni gruppi ultras della curva Bulgarelli".

"Certo nel recente passato altre forme - contibua Dondarini -  di  degenerazione  del  tifo  si  sono  manifestate più volte, sfociando in alcuni  casi in vere e proprie violenze. Tuttavia queste contaminazioni del degrado  generale  che ha colpito negli ultimi decenni buona parte del tifo sportivo  non  erano  riuscite  ad  intaccare  la  buona  fama del pubblico bolognese a cui generalmente si attribuisce competenza, equilibrio e sempre un  certo  rispetto  dell’avversario.  C’è  chi  ha  voluto  attribuire gli oltraggi  suddetti  agli  eccessi di folklore che lo stesso clima da stadio incoraggerebbe.  Ma il presidente onorario del Bologna, Gianni Morandi, ben consapevole  di  quale  limite si stesse superando e della pessima immagine che  ne  deriva  per  tutto il pubblico e la città di Bologna, non ha voluto usare  mezzi  termini  utilizzando  la  parola “vergogna” per tali eccessi. Purtroppo le contestazioni che gli sono state rivolte sabato sera attestano una  perseveranza  che  aggrava  i  significati  degli  atteggiamenti e dei comportamenti  di  una  parte  della  tifoseria  che  vanno a scapito della reputazione di tutta la comunità. Per  questi  motivi  desidero  esprimere  piena  solidarietà  al presidente onorario  del Bologna sia per sottolineare il suo coraggioso pronunciamento sia  per manifestargli vicinanza rispetto alle critiche ed agli insulti che
lo hanno investito".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morandi: "Oggi lo striscione mi fa sorridere". Solidarietà dal Consiglio Comunale

BolognaToday è in caricamento