Sport

L’Imolese è salva: 1 a 1 contro il Fano

Dopo una partita di grande sofferenza la squadra di Mezzetti riesce a mantenere la Serie C

Finisce una stagione complicata per l’Imolese, ma si chiude nel migliore dei modi: con il pareggio per 1-1 contro l’Alma Juventus Fano, i rossoblù riescono a mantenere per l’ennesima volta la categoria. Una partita, quella contro i marchigiani, segnata da tanto nervosismo in campo e da episodi che potevano far girare il match da un momento all’altro, considerando i due legni e le tante occasioni viste durante la gara. 

Imolese-Fano, la cronaca

La gara inizia su ritmi non elevatissimi, complice probabilmente alla palpabile tensione. Con lo scorrere dei minuti è l’Imolese a guadagnare metri e a schiacciare il Fano, senza però arrivare mai alla conclusione. Il primo tiro è proprio dei padroni di casa, ma Torrasi in allungo non centra la porta. Ancora Imolese con il cross di Cerretti, ma la difesa del Fano salva in corner. La tensione, come detto, è alta: piccola mischia al 15’ per un fallo in attacco fischiato ai rossoblù, senza però ulteriori conseguenze. Ancora Imolese in avanti: mancino di Bentivegna, il suo tiro finisce però alto. Attorno alla mezzora occasione Imolese, che colpisce il palo con un colpo di testa di Carini. La partita è nervosa e l’arbitro, il signor Marcenaro della sezione di Genova, è costretto a intervenire numerose volte. Si fa vedere il Fano in attacco con una bella azione di Rodio sulla destra: l’esterno appoggia al centro per Carpani ma il capitano spara alle stelle. Al 42’ episodio dubbio nell’area dell’Imolese, l’arbitro è però vicino vicino e decide di non intervenire. Con il passare dei minuti è il Fano a costruire di più, passando spesso dalle corsie laterali. Di occasioni, però, non se ne vedono. 

Imolese, Spagnoli: "Salvarsi è come la Champions League"

Il secondo tempo si apre come era finito il primo: il Fano gioca e l’Imolese si difende. Gli uomini di Tacchinardi sono bravi a sfruttare le corsie laterali, zona di campo dove i padroni di casa vanno particolarmente in difficoltà. I rossoblù di contro provano a giocare in verticale, cercando spesso le spizzate dei due attaccanti. All’ora di gioco occasionissima Fano: Rodio di testa schiaccia, senza però fare i conti con Rossi che con un riflesso devia il pallone. Ancora Fano e ancora Rossi protagonista, che pare sulla deviazione di Carpani. Momento di difficoltà per l’Imolese che non riesce a contenere gli avversari e per questo Mezzetti prova a serrare le fila inserendo Rondanini al posto di Bentivegna. Il risultato attuale premierebbe i padroni di casa – in virtù della migliore posizione in classifica – e il Fano lo sa: è assedio ormai alla difesa rossoblù, ma la squadra di casa tiene con le unghie e con i denti. Ancora occasionissima al 74’ per il Fano: mischia in area sugli sviluppi di un calcio piazzato ma prima Rossi e poi la traversa negano il gol ai marchigiani. Due minuti dopo è ancora Fano con Montero, ma il colpo di testa finisce alto. Al minuto 82’ si sblocca finalmente la partita ed è l’Imolese a segnare: ripartenza di Rondanini sulla destra che serve al centro Masala, il centrocampista colpisce di testa e buca Viscovo. I padroni di casa sono avanti di un gol ma perdono un uomo per l’espulsione di Torrasi. Il Fano invece attacca nervosamente e non mancano le mischie in mezzo al campo. Dopo pochi minuti c’è ancora un gol: è il Fano a segnare con Montero, che punisce Rossi con il mancino. È 1 a 1. Al 90’ occasionissima per il Fano ma è ancora Rossi a tenere in piedi i suoi con un intervento miracoloso sul colpo di testa di Barbuti. Ennesima occasione per gli ospiti ma Montero è impreciso e da dentro l’area spara alto. I rossoblù negli ultimi, lunghissimi minuti finali si difendono ferocemente e dopo una stagione di grandi difficoltà riesce a tenere la categoria. 

Imolese-Fano, il tabellino di gara

Imolese Calcio (4-3-1-2): Rossi; Cerretti, Carini, Angeli, Aurelio; Masala, Provenzano (52’ Morachioli), Torrasi; Lombardi (75’ Rinaldi); Bentivegna (62’ Rondanini), Tommasini (75’ Piovanello). 
A disposizione: Nannetti, D’Alena, Sall, Polidori, Onisa, Boccardi, Alboni, Mattioli.
Allenatore: Lorenzo Mezzetti.

Alma Juventus Fano (3-5-2): Viscovo; Cason (85’ Brero), Gentile, Carnielutti; Rodio (62’ Sarli), Carpani, Amadio, Urso (75’ Nepi), Monti (46’ Montero); Barbuti, Ferrara.
A disposizione: Santarelli, Meli, Sbarzella, Flores, Mainardi, Pantaleoni, Bruno, Bernardini.
Allenatore: Alessio Tacchinardi.

Ammonizioni: 25’ Provenzano (I), 36’ Masala (I), 43’ Lombardi (I), 50’ Barbuti (F), 71’ Morachioli (I), 71’ Amadio (F), 85’ Nepi (F), 90’ Montero (F), 90’+1 Brero (F).
Espulsioni: 85’ Torrasi (I).
Reti: 82’ Masala (I), 88’ Montero (F).
Arbitro: sig. Matteo Marcenaro della sezione di Genova.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Imolese è salva: 1 a 1 contro il Fano

BolognaToday è in caricamento