Milan vs Bologna: possibili formazioni

Mihajlovic: “A Milano ci serve una conferma”

Vigilia di Milan-Bologna. Domani le 2 squadre si sconteranno al Meazza di Milano alle 21.45. Il Bologna, al decimo posto in classifica, viene da un pareggio contro il Napoli dove, durante il secondo tempo ha dominato la partita recuperando lo svantaggio iniziale. Il Milan invece gioca per l’Europa e si è dimostrato in forma sconfiggendo il Parma 3-1, contro il quale nella penultima partita il Bologna ha pareggiato 2-2.

Per quanto riguarda la formazione del Bologna, Mihajlovic dovrà fare a meno degli infortunati Schouten Bani. Dijks dopo il turno di riposo dovrebbe tornare titolare insieme a Mbaye mentre a far da terzini ci sarebbero Krejci e Tomiyasu. Al centro Poli sembra non aver ancora recuperato quindi è probabile che partano Dominguez e Medel. A completare la formazione in attacco: Orsolini, Soriano, Barrow e Palacio.

Per quanto riguarda la formazione rosso-nera invece, mister Pioli dovrà trovare un’alternativa agli infortunati Castillejo, Duarte e Musacca. In difesa ci dovrebbero essere Romagnoli, Kjaer, Hernandez e Conti. Al centro Kessiè e Bennacer in attacco l’immancabile Ibrahimovic insieme a Calhanoglu, Rebic e Bonaventura. MIhajlovic spende in conferenza stampa qualche parole su Ibrahimovic spiegando che “Quando io giocavo per l’Inter e lui per la Juve siamo quasi arrivati quasi alle mani poi dopo quando è venuto a Milano e io facevo il secondo abbiamo stretto amicizia perché comunque anche se è nato in Svezia i suoi genitori sono slavi. Abbiamo cominciato a frequentarsi e da lì è nata la nostra amicizia. Non so cosa succederà l’anno prossimo, non te lo so dire. Speriamo che domani abbia un po' di pietà per il suo amico e abbia un occhio di riguardo.

MIhajlovic ritorna sulla questione fuorigioco che durante la scorsa partita ha portato all’annullamento di ben 2 gol. “Penso che comunque ci va in mezzo lo spettacolo. Un gol annullato per una spalla, un naso in fuorigioco mi sembra troppo. Secondo me bisogna lasciare un margine dove si può accettare, oltre il quale diviene fuorigioco. A noi è successo 2 volte con il Napoli, 2 con la Lazio, 1 contro il Cagliari. La regola è così e bisogna adattarsi, spero che in futuro cambi però”.

Il Mister ritorna anche sulla scorsa partita contro il Napoli e sul cambiamento di modulo nel secondo tempo. “Abbiamo scelto questo modulo (3-4-2-1)per andare a pressarli più in alto. Nei primi 30 minuti della partita pensavamo di far meglio le scalate sul loro secondo centrale ma non riuscivamo ad arrivare in tempo e ci dovevamo abbassare, per questo in spogliatoio abbiamo parlato e abbiamo cambiato modulo. A Milano ci serve una conferma, ma il secondo tempo contro il Napoli è stato un cambio di atteggiamento mentale che dobbiamo portare per più partite possibile”.

  Il Mister spende alcune parole anche sulla raccolta fondi lanciata da poco. “Insieme ad Ail Bologna ho lanciato una racconta fondi per la ricerca contro le leucemie, i linfomi e il meloma, svolta dall’istituto Seragnoli. Se ognuno facesse una donazione prima della fine della partita raggiungeremmo l’obiettivo finale. Scendiamo tutti in campo per fare gol. Doniamo su www.ailbologna.it

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Conti, Kjaer, Romagnoli, Hernández; Kessié, Bennacer; Bonaventura, Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Dijks, Tomiyasu, Krejci, Domínguez, Medel; Orsolini, Soriano, Barrow, Palacio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Scatta oggi la nuova ordinanza: le restrizioni si allentano, cambiano le regole del commercio

Torna su
BolognaToday è in caricamento